?>Recensione | La grande bellezza | Il potere di trasmettere

Recensione su La grande bellezza

/ 20137.3894 voti

Il potere di trasmettere / 13 febbraio 2017 in La grande bellezza

Sorrentino prende un banale ma allo stesso tempo indecifrabile personaggio per raccontare la sua sensibilità per la vita, le sensazioni e i sentimenti che dettagliatamento egli percepisce.
Si chiama Jep Gambardella, il protagonista, un semplice mondano, anzi il re dei mondani, che vive tutti i giorni nella roma che conta, circondato da grandi nomi.
Jep è uno scrittore che ha perso l’ispirazione, e cerca tutti i giorni di trovarla, si annoia ma la sua noia lo porta a esaltare tutti i dettagli della sua quotidianità, che se pur sregolata e impressionante ai suoi occhi sembra monotona.
Sorrentino in questo film tratta argomenti esistenziali tramite personaggi al baratro della società.
La morte, la curiosità, la spiritualità e la bellezza, quella che tutti cercano non rendendosi conto che la hanno sotto gli occhi.
Infine giunge alla conclusione più sottile e cruda della sua percezione, la finzione, quella che porta l’uomo a distinguersi dagli animali.
Perchè l’homo sapiens è l’unico essere nella terra capace di parlare di cose che non esistono, come le divinità, le leggi e l’ego, basando se stesso e tutto ciò che lo circonda intorno a questa menzogna.
Con le sue immagini e un suono inarrivabile comunica.
Con il suo solito tocco mistico e blasfemo.
10.
Un’esperienza visiva senza precedenti

Lascia un commento

jfb_p_buttontext