Recensione su La fine è il mio inizio

/ 20106.746 voti

Un padre e un figlio / 14 aprile 2011 in La fine è il mio inizio

Mi sono commossa molto guardando questo film e non conosco l’opera intellettuale di Tiziano Terzani, ma credo che il regista mi abbia comunicato tutta la sua passione per la vita, e al figlio dice di voler realizzare come “una sorta di diario, di un desiderio di continuazione, di qualcuno che fa la tua stessa strada o che continui quei valori in cui tu stesso hai creduto…ci vuole coraggio di essere quello che tu vuoi”
questo è un brano del film che ho cercato di fermare, insieme a tanti altri momenti di dialogo intensi, tra un padre che dice di aver vissuto in pienezza la sua vita e che “la morte è l’unica cosa nuova che mi può capitare”, e un figlio che riceve questa eredità spirituale, nonostante il loro rapporto sia a volte anche conflittuale, quasi per metterlo alla prova e farlo crescere. Ne consiglio sicuramente la visione, magari non tutta d’un fiato, ma lasciando in mezzo del tempo, per riflettere e per ritornare ad amare il ‘mondo’ che ci riguarda da vicino.

1 commento

  1. ichi17 / 15 aprile 2011

    Sono molto icuriosita, peccato che non conosca nemmeno il libro.. Sicuramente però me lo procurerò al più presto, grazie per la tua recensione!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext