?>Recensione | La famiglia Bélier | La famiglia Bélier

Recensione su La famiglia Bélier

/ 20147.0157 voti

La famiglia Bélier / 22 settembre 2015 in La famiglia Bélier

Commedia tutto sommato piacevole, a tratti divertente (con uno humour incentrato principalmente sul sesso) e con un finale che mette un po’ a posto la disordinata tendenza (tipica delle commedie che non sanno bene dove andare a parare) ad aprire vari fronti, in modo disorganico (tutta la parte della candidatura a sindaco del padre sordomuto ne è un chiaro esempio).
Il tema della condizione del sordomuto, ancorché trattata con la leggerezza della commedia, rende interessante la pellicola anche da un punto di vista sociale ed esalta le capacità di due degli attori principali, il padre e la madre, cui tocca rispolverare il repertorio slapstick, con una efficace comicità gestuale, ancorché spesso esagerata (ma vista la situazione, giustificata).
Un film che strizza l’occhio anche al musical, con il risultato concreto di far conoscere al di fuori dei confini francesi il repertorio di Michel Sardou, le cui canzoni vengono replicate (forse troppe volte) nel corso della pellicola.
Interessante la scelta di fiondare lo spettatore, per alcuni interminabili istanti, all’interno della condizione del non udente, mediante l’espediente di un improvviso black-out dell’audio durante l’esibizione di Paula e Gabriel.
Per il resto l’idea di fondo (da due genitori sordomuti nasce una figlia promessa del canto) regge bene ed emoziona il giusto, soprattutto grazie al ben orchestrato finale: a un certo punto i figli crescono e deve essere loro permesso di prendere il volo, per quanto triste e dolorosa possa essere la cosa per i genitori.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext