Recensione su La donna che visse due volte

/ 19588.3557 voti

Gli ingranaggi della perfezione / 28 Giugno 2016 in La donna che visse due volte

Dal graphic design di Bass alla teoria hitchcockiana sulla suspense, dalla straordinaria musica di Herrmann alla sgargiante fotografia di Burks, dalla cool blonde Novak all’eroe nazionalpopolare Stewart… Tutto racconta di un capolavoro del cinema, un noir dove tutti gli ingranaggi girano a meraviglia.
Una piccola analisi del fim, ricca di gustosi spoileroni, qui:
http://unvisionario.blogspot.it/2016/06/la-donna-che-visse-due-volte-1958-di.html

Lascia un commento

jfb_p_buttontext