Recensione su La donna che visse due volte

/ 19588.3556 voti

29 Marzo 2015

Ho un evidente problema con il romanticismo anni ’50, già “Intrigo internazionale” me lo dimostrò. Resta ferma una bella sceneggiatura e il colpo di genio di esplicare allo spettatore (e non al protagonista) le retrodinamiche prima del gran finale.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext