Recensione su Rocco Schiavone

/ 20156.3101 voti

UN FILM DI MONOLOGHI DI JEREMY IRONS / 16 gennaio 2016 in Rocco Schiavone

Non è questo il genere di film di Tornatore che preferisco, ma forse sto imparando a rispettarlo, come già per La migliore offerta.
Oltre ad aver particolarmente apprezzato la svolta minimalista di Ennio Morricone alla colonna sonora (“svolta”… magari non è la prima volta…), sono stato sorpreso dalla costruzione dei personaggi: una complessità e profondità che i film sentimentali raramente raggiungono. Il trauma, la morte, il lavoro, la famiglia, la ricerca in giro per l’Europa, e soprattutto la neutralità della tecnologia come mero mezzo di comunicazione: un film che rischiava di parodizzare internet, i videomessaggi, e le altre “diavolerie”, riesce invece a focalizzarsi sulla psicologia dei personaggi nonostante per quasi tutta la durata del film guardiamo dei video di pessima qualità sugli schermi dei computer.
Chiaramente andrebbe visto in lingua originale. Questo è letteralmente UN FILM DI MONOLOGHI DI JEREMY IRONS. Ma nonostante questo i doppiatori italiani dànno un’ottima interpretazione.
Fralaltro i monologhi rivelano una prosa alta e pulita, da correre a comprarsi la sceneggiatura (pardon: il romanzo, appena pubblicato da Sellerio).

Lascia un commento

jfb_p_buttontext