Recensione su La città ideale

/ 20135.722 voti

22 Aprile 2013

Luigi Lo Cascio va ad aggiungersi alla già nutrita schiera degli attori registi con un film che partendo da un argomento come l’ecologia sviluppa l’inquietante messaggio di come possa essere difficile dimostrare la verità in circostanze nelle quali l’evidenza dei fatti risulti più credibile della verità stessa .
E’ appunto ciò che capita all’ architetto Michele Grassadonia , ecologista convinto e praticante , che incappa in uno strano incidente le conseguenze del quale sono tali da mettere in forte discussione tutti i convincimenti sui quali egli ha basato il proprio modo di vivere .
Un esordio più che convincente quello del bravo Lo Cascio , che interpreta appunto il protagonista , per una storia credibile , sorretta da un ottimo cast , ma con un unico personaggio , quello interpretato dalla bella e sconosciuta Catrinel Marlon , che mi è parso totalmente inutile ed avulso dalla storia (anche se la carrellata sul suo morbido e sensuale corpo nudo visto di schiena ,che ricorda la sinuosa carnalità delle tele del Goya, non passa certo inosservata…) .
Apprezzabilissimo il cameo di Luigi Maria Burruano , ingiustificatamente troppo dimenticato dai nostri registi , e sempre incantevoli gli scorci di una città splendida come Siena.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext