Recensione su La chiesa

/ 19895.937 voti

20 giugno 2014

Michele Soavi avrebbe sicuramente meritato più fortuna, possiede un talento visionario che ho visto in pochissimi registi…dopo “Dellamorte Dellamore” ecco un altro suo film che ho trovato ottimo(l’inizio ambientato nel Medioevo è di una bellezza quasi folgorante), un film molto onirico e suggestivo, un horror che definirei come l’ultimo grande horror della nostra cinematografia.
In questa pellicola c’è tutto, inquietudine, angoscia, terrore, una fotografia più che buona, degli effetti speciali ottimi per quelli che erano gli standard dell’epoca, delle musiche accattivanti(la colonna sonora di Keith Emerson e dei sempiterni Goblin è a dir poco favolosa), una pellicola che, se avesse avuto una sceneggiatura più curata, sarebbe stato senza alcun dubbio uno dei migliori horror di tutti i tempi.
Peccato sia così sottovalutato e peccato venga considerato da molti un trash…magari fossero tutti così i trash…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext