La Casa

/ 20135.4181 voti
La Casa

In una casa dispersa tra i boschi, cinque ragazzi risvegliano un terribile demone, che si impossesserà di ciascuno di loro inducendoli a gesti di autolesionismo.Remake dell'omonimo film del 1981 di Sam Raimi.
Anonimo ha scritto questa trama

Titolo Originale: Evil Dead
Attori principali: Jane LevyJane LevymaschioShiloh FernandezLou Taylor PucciLou Taylor PucciJessica LucasJessica LucasElizabeth BlackmoreElizabeth BlackmoreJim McLarty, Bruce Campbell, Rupert Degas, Bob Dorian, Ellen Sandweiss, Randal Wilson, Phoenix Connolly, Stephen Butterworth, Karl Willetts, Jack Walley, Sian Davis, Mostra tutti
Regia: Fede AlvarezFede Alvarez
Sceneggiatura/Autore: Fede Alvarez, Rodo Sayagues
Colonna sonora: Roque Baños
Fotografia: Aaron Morton
Costumi: Sarah Voon
Produttore: Sam Raimi, Bruce Campbell, Robert Tapert, Joseph Drake, Nathan Kahane, J.R. Young, Peter Schlessel, Sally Campbell
Produzione: Usa
Genere: Thriller, Horror
Durata: 91 minuti

Dove vedere in streaming La Casa

E anche questo… / 23 Agosto 2014 in La Casa

Mi ha sorpresa. Non è poi fatto così male, anzi. C’è comunque da dire che di scene comiche ce ne sono tantissime, quindi è stato un discreto film con cui passare il tempo.
Consiglio.

12 Marzo 2014 in La Casa

Ero partita molto prevenuta, lo ammetto.
Per una fanatica del film di Raimi è stato difficile accettare che qualcuno avesse osato farne un remake.
Eppure.
Eppure il film è veramente buono, forse e addirittura uno dei migliori remake che abbia mai visto.
Merita.

Oh mamma che imbecilli / 4 Novembre 2013 in La Casa

Horror interessante, remake del film del ‘81 La casa di Raimi, (qui in veste di produttore) che vede 5 protagonisti alle prese con una casa e Satana. Io e la mia ragazza abbiamo deciso la notte di Halloween di guardare un bel horror, molti mi hanno scritto, uno mi ha colpito suggerendomi questo film e io armato di pazienza ho convinto a mia volta a guardarlo quella santa donna che mi accompagna. Morale della favola: io e lei non siamo tipi da horror questo va premesso, ma come film, potevo partire con qualcosa di meglio. Che ne so magari the ring, perché io di horror ne ho visti pochi e li ho visti male ( unici horror da me apprezzati gli Scream) e quando mi sono visto partire in quarta gatti smozzati appesi al soffito, ragazzina bruciata che al buon ricordo dell’esorcista, inizia ad offendere dando del ciucciacazzi ( o qualcosa di simile) al padre li avevo capito il guaio in cui mi ero cacciato. Ma è stato solo quando 5 deficienti decidono di passare il week-end a far disintossicare la loro amica, in mezzo al nulla che ho iniziato a sentire odore di santità demenziale. Poi quando la suddettà imposessata da satana, ha vomitato sangue arancione, simile a vernice addosso ad un’altra, che definitivamente non sapevo se ridere o piangere. Alcune scene sono disgustose, altre fastidiose, hai paura si ma di stare male, per esempio la scena dove si taglia la faccia era davvero di cattivo gusto, ma è stato solo alla fine che tutto finalmente aveva un senso ( perdonatemi se mi dilungo ma sono morto dalle risate) la deficiente, dopo che tutti sono morti per salvarla, viene smollata da satana che si manifesta sotto suo aspetto orrorifico e la insegue, le cadono le chiavi dell’auto, corre dentro ad un capanno e cade mentre viene inseguita. Di fianco a se ha due scelte: machete o sega elettrica….E LEI SCEGLIE LA SEGA ELETTRICA. Non si accende una volta, non si accende due volte, deve metterle la benzina! Ragazzi mentre veniva inseguita da satana stava a mettere la benzina! A quel punto tutto è passato per me e mi sono solo messo a ridere. 4/10 e meritatissimo solo per il finale. Un vero schifo altrimenti.

Leggi tutto

4 Ottobre 2013 in La Casa

Cinque ragazzi nelle grinfie di un satanasso finiscono per passare una delirante vacanza “purificante” in montagna. Degno di sufficienza per scrittura e soggetto, salta di qualità nella fotografia, finemente curata in tutti i dettagli accentua i volti e le paure, i chiari e gli scuri, i pieni e i vuoti, regalando al set scenografico profondità e mistero. Regia pronunciata, fatta di angolature vertiginose e movimenti di camera da scuola di cinema. Lo sviluppo della trama è a step, e l’incalzante ritmo dei decessi risulta ansiogeno e riuscito sino ad un finale che deraglia talmente nello splatter da ricordare scene simbolo di tale genere. A me personalmente, tale deriva è risultata poco gradita e troppo messa in mostra, ed è venuta meno la non padronanza spaziale dell’antagonista, che pervadeva tutto il film. Un buon prodotto.

Leggi tutto

Sorprendente / 12 Luglio 2013 in La Casa

E’ evidente che un film del genere parta già con il forte handicap di essere un remake (o reboot) di un capolavoro assoluto e per questo venga criticato ben oltre i propri demeriti. Bisogna infatti riconoscere che il film di Alvarez funziona benissimo: intrattiene, diverte, spaventa e strizza l’occhio (ma nemmeno troppo) all’originale. Cioè riesce benissimo nell’intento per cui è stato concepito: un’allegra visione collettiva tra amici sgranocchiando pop corn magari festeggiando la notte di halloween.
Detto questo, è chiaro che la versione aggiornata al 2013 non ha un millesimo dell’originalità e dell’anarchia che possedeva l’originale di Raimi datato 1981. ma è anche inevitabile visti differenti approcci produttivi ( uno un film ultra-indipendente realizzato con mezzi di fortuna, l’altro un horror hollywoodiano ad alto budget) e le oltre tre decadi di evoluzione del genere che li separano.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.