Recensione su Porco Rosso

/ 19927.8478 voti

Un’ironica carezza / 29 Ottobre 2013 in Porco Rosso

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Porco rosso è sicuramente l’opera più matura del maestro Miyazaki.
In essa alberga, oltre alla consueta scelta narrativa di collocare le sue protagoniste al centro di un’iconografia non classica, stereotipata, ma come simbolo assoluto dell’emancipazione femminile, un incantato melodramma, che cerca di sradicare le sue antiche radici, per volare sospinti dalla leggera ed invisibile brezza del vento.
L’abbandono, la tristezza, il sogno perduto, ogni sentimento viene accompagnato da una sorta di ironica carezza, come se anche la realtà fosse una farsa, uno spettacolo che ci spetta inscenare.
Il Porco rosso è colui che ha scelto di abbandonare la sua natura umana, non solo perché ritenuta vile o abbietta, ma perché testimone di un rimorso che ricalca la sua stessa pelle, la sua stessa faccia.
Una pellicola da vedere e ammirare.

Lascia un commento