Recensione su Killer Joe

/ 20116.8163 voti

13 febbraio 2013

Geniale. Questo film è profondamente distrubante, violento, meschino, ironico, beffardo, cinico e volgare, profondamente attuale e a tratti pulp.
E’ un mix decisamente riuscito di personaggi uno più deprecabile dell’altro, ipocriti, stupidi, avari, depravati. Eppure così realistici da far paura.
Quello che rode allo spettatore è che la realtà dipinta con nera ironia (bella la sceneggiatura) da Friedkin immerge i suoi tentacoli in un sottobosco sociale piuttosto realistico. Putroppo. La storia di per sè potrebbe essere uno specchio della crisi, della pazzia, della degenerazione. Uno di quei fatti di cronaca nera che ci capita di sentire al tg delle otto.
Bravissimo McConaghuey in questa parte ma splendida anche Juno Temple (l’unica davvero pura, quella che commuove di più).
Già con Bug Friedkin si era addentrato nei meandri della follia e dell’irrazionalità umana e qui conferma di possedere un occhio attento e una capacità critica raffinata.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext