Giovani ribelli - Kill Your Darlings

/ 20136.3148 voti
Giovani ribelli - Kill Your Darlings

Prima di diventare una delle icone cardine della corrente della Beat Generation, Allen Ginsberg era una matricola della Columbia University come tante. Fu l’incontro con Lucien Carr a liberargli pensieri ed emozioni prima sconosciuti, che contribuirono a trasformarlo nel poeta che ora tutti ricordano.
Ilcinemasecondome ha scritto questa trama

Titolo Originale: Kill Your Darlings
Attori principali: Daniel RadcliffeDaniel RadcliffeLeslie MeiselLeslie MeiselDane DeHaanDane DeHaanMichael C. HallMichael C. HallJack HustonJack HustonBen Foster, David Cross, Jennifer Jason Leigh, Elizabeth Olsen, Kyra Sedgwick, David Rasche, John Cullum, Brenda Wehle, Erin Darke, Craig Chester, Lenore Harris, Mostra tutti

Regia: John KrokidasJohn Krokidas
Sceneggiatura/Autore: John Krokidas, Austin Bunn
Colonna sonora: Nico Muhly
Fotografia: Reed Morano
Costumi: Christopher Peterson
Produttore: Christine Vachon, Pamela Koffler, Stefan Sonnenfeld, Randy Manis, Michael Benaroya, Joe Jenckes, Rose Ganguzza, Jared Ian Goldman, John Krokidas
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Biografico
Durata: 104 minuti

Dove vedere in streaming Giovani ribelli - Kill Your Darlings

Allen Ginsberg e compagnia bella / 21 Novembre 2017 in Giovani ribelli - Kill Your Darlings

Gli argomenti ci sono tutti, ma lo sviluppo della trama è caotico e deludente. Peccato. Vorrei vedere altro su questi scrittori e sulla beat generation.

Una delusione / 19 Gennaio 2017 in Giovani ribelli - Kill Your Darlings

Ecco perché è un film senza senso, uno dei personaggi e Kerouac, basta vedersi un pezzo di Sulla strada per capire che non ha senso, figuriamoci la sua vita. Le uniche cose belle di questo film sono le musiche e i costumi. Il 4 infatti glielo do per questo.

Avessero preso un altro attore forse… / 2 Aprile 2014 in Giovani ribelli - Kill Your Darlings

Daniel Radcliffe non riesco a vederlo più attivo di Harry-ameba-Potter. Era tanto bellino da bimbo… Va beh! Gli attori secondari sono bravi, e il regista sciorina un film intrigante, che si lascia guardare ma che ricrea poesia solo quando cita Shelley in un disco. Il resto non ha nulla di poesia.

24 Ottobre 2013 in Giovani ribelli - Kill Your Darlings

Sono stati abili nell’illudermi di vedere un nuovo Attimo Fuggente, fresco, poetico, emozionante. TRASGRESSIVO(!?!). E non una serie di screzi fra omosessuali gelosi e ragazzini un po’ scemi e un po’ hipster dall’ormone facile.
Perché questo è, purtroppo.
E non pensate che io sia omofoba o quant’altro perché le mie perplessità nascono da ben altro.

Giovani ribelli si ciba di grandi parole e di un linguaggio intellettualoide fastidioso (che però fa “cool”), poco inerente alla trama semi-sentimentale su cui si sviluppa, che non lascia praticamente nessuno spazio al genio rivoluzionario di questi pionieri della Beat Generation veramente esistiti e di cui se ne racconta la storia. D’amore. Toh! Amore-trasgressivo. Rebel-rebel!

La voglia di rivoluzionare il linguaggio, di riscriverne le regole, di sovvertire rigore e forma sono solo un grigio eco raccontato con una superficialità imbarazzante da un regista inesperto che non sa bene cosa dire.
E come dirlo. Finendo col proporre un film scadente, che non va a parare da nessuna parte.

Bocciato.

Leggi tutto