2010

Kill Me Please

/ 20105.654 voti
Kill Me Please
Kill Me Please

Il Dottor Kruger è un pioniere a suo modo, è il capo di una clinica semisegreta un po' particolare, sperduta in mezzo alle montagne, odiata dai cittadini del vicino paese. La sua clinica riceve una sovvenzione del governo per aiutare i suoi pazienti a farla finita una volta per tutte con questo mondo. Il suo sogno è quello di trovare un setting terapeutico all'interno del quale la medicina sia in grado di dominare l'impulso suicida.

Titolo Originale: Kill Me Please
Attori principali: Aurélien Recoing, Virginie Efira, Benoît Poelvoorde, Bouli Lanners, Philippe Nahon, Virgile Bramly
Regia: Olias Barco
Produzione: Francia, Belgio
Durata: 95 minuti

21 dicembre 2012 in Kill Me Please

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Per capire la cifra stilistica della recente cinematografia belga (cosa che sono certo anche voi come me ritenete indispensabile, non c'è bisogno che concordiate U_U) i film di riferimento sono Il cameraman e l'assassino (C'est arrivé près de chez vous) e vi direi anche il più recente Vampires. C'è una sorta di venatura di umorismo grottesco e... continua a leggere »

Quando la critica fallisce / 4 marzo 2012 in Kill Me Please

Non capita mai che non riesca a finire di vedere un film, ma questo è uno di quei casi. Film inconsistente, in un bianco e nero fastidiosamente inutile. Non capisco perché sia stato tanto osannato dalla critica. E pensare che dovrebbe essere una commedia nera...

Chi ha paura di morire… / 30 dicembre 2011 in Kill Me Please

La morte è la protagonista indiscussa in questo film. Una clinica per suicidi di vario genere è il luoho perfetto. Grottesco e fuori dalle righe, non posso certo dire che è brutto. Ti lascia un amaro in bocca e non riesci neanche a capire bene il perché di tutto ciò. Lo consiglierei.

25 aprile 2011 in Kill Me Please

Gli ho dato il 6 politico perchè mi ha lasciata perplessa. Non so dire se mi sia piaciuto o meno. E' decisamente grottesco e fuori dalle righe, non riesco a capire se è una boiata colossale o una sottile critica al suicidio come soluzione ai problemi della vita.

9 marzo 2011 in Kill Me Please

Il bianco e nero è una scelta stilistica dettata dal sangue, e dai poschi soldi, un massacro ematico che si stilizza solo in questa maniera. Una residenza nel nulla (simile a quella di hereafter) ospita una clinica della dolce morte in cui un medico cerca di razionalizzare le pulsioni suicide e di ricondurle a civismo. Ma...lui già tiene una quadro di... continua a leggere »

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.