?>Recensione | Kill Bill Vol. 1 | Senza titolo

Recensione su Kill Bill Vol. 1

/ 20038.01231 voti

30 aprile 2014

Ammetto che la mia conoscenza riguardo la filmografia di Quentin Tarantino è abbastanza limitata e quindi mi è sembrata cosa buona e giusta recuperare tutte le sue pellicole. Così, dopo essermi gustato “Pulp Fiction” non ho esitato a fiondarmi sul dittico “Kil Bill” e devo dire che ne sono uscito alquanto sorpreso.

Per quanto riguarda il primo episodio devo ammettere che mi ha veramente gasato. Più che guardare un fim è come giocare ad un videogioco in cui ci si scontra con nemici sempre più cazzuti e forti, fino ad arrivare al boss finale, Moltissima azione, molto sangue che scorre, personaggi follemente carismatici ( la “sposa/black mamba” Uma Thurman, Lucy Liu nel ruolo di una sadica femme fatale boss della malavita giapponese, l’esercito degli 88 folli e così via) e un bel minestrone di generi diversi secondo la lezione tarantiniana , che include anche una parte disegnata in pieno stile anime. A proposito, sapete dove posso trovare una spada Hanzo? 😛

3 commenti

  1. Stefania / 30 aprile 2014

    Basta chiedere ad Hattori :3

  2. Francesco / 30 aprile 2014

    Io ho in camera una riproduzione della katana de La Sposa, in acciaio 440. Non taglierà come quella di Hanzo (anzi, non taglia proprio XD), ma per quanto l’ho pagata va bene lo stesso

  3. Uno spettatore qualunque / 30 aprile 2014

    Bene, allora penso che mi farò un giretto in giappone 😀 . Scherzi a parte, ho sempre avuto una certa attrazione verso le armi da combattimento orientali, in partcolare per le katane :P.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext