Recensione su Keoma

/ 19776.614 voti

GESU’ VIENE DAL WEST / 24 Maggio 2017 in Keoma

Keoma è l’esempio perfetto di come la tecnica può sopperire ad una storia di per sé non eccezionale.
La trama è semplice e sottile ma a quanto pare il film è stato costruito ed improvvisato direttamente sul set, senza una sceneggiatura a supporto, il che si avverte sopratutto nei dialoghi…troppo spesso didascalici.

Enzo Castellari è la cosa migliore che potesse accadere a questo film. Un film dallo stampo registico potentissimo e dalle soluzioni evocative. Primi piani circolari, la rappresentazione dei flashback con varie tecniche, tutte le uccisioni in slow-motion (Castellari motiva questa scelta con un sua esperienza diretta), la composizione dell’immagine sempre ricercata e mai fine a se stessa, un simbolismo raffinatissimo e suggestivo.
Nell’ultima mezz’ora il film decolla e si rivela sorprendente.

Franco Nero presta il volto al protagonista che senza nascondersi troppo si rifà alla figura di Gesù Cristo.

La colonna sonora ad opera dei fratelli De Angelis è ottima ma leggermente invasiva…andava centellinata con più cura.

Messa in scena e cast tecnico nella media delle produzioni nostrane dell’epoca.

Keoma va assolutamente riscoperto e studiato.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext