Ghost in the shell: Arise - Border 3: Ghost tears

/ 20146.77 voti
Ghost in the shell: Arise - Border 3: Ghost tears

Il maggiore Motoko Kusanagi e la sua squadra sono alle prese con una pericolosa organizzazione terroristica, guidata da un misterioso individuo conosciuto con il nome in codice di Skilla. Nel frattempo Togusa indaga su un curioso caso di omicidio, dove la vittima è stata trovata in possesso di alcune protesi per gambe.
Francesco ha scritto questa trama

Titolo Originale: 攻殻機動隊ARISE border: 3 Ghost Tears
Attori principali: Maaya SakamotoIkkyuu JukuKenichirou MatsudaKazuya NakaiTomoyuki DanShunsuke Sakuya, Miyuki Sawashiro, Youji Ueda, Takurou Nakakuni, Tarusuke Shingaki
Regia: Kazuchika Kise
Sceneggiatura/Autore: Tow Ubukata
Colonna sonora: Keigo Oyamada
Fotografia: Kōji Tanaka
Produzione: Giappone
Genere: Orientale, Azione, Fantascienza, Animazione
Durata: 59 minuti

Bene! / 2 Aprile 2017 in Ghost in the shell: Arise - Border 3: Ghost tears

La grafica è ancora migliore dei due OAV precedenti.
La storia è più semplice e forse per questo l’ho apprezzato di più.
Meno azione, più sviluppo del personaggio del maggiore.

Verso il finale / 8 Luglio 2015 in Ghost in the shell: Arise - Border 3: Ghost tears

A distanza di quasi un anno, Dynit e Nexo Digital riportano nei cinema italiani la seconda e ultima parte di Ghost In The Shell: Arise, serie spin-off dei popolari film creati da Mamoru Oshii e prodotti dallo studio nipponico Production I.G..
Arise prosegue la strada che si era già imposta attraverso i primi due episodi e continua, gradualmente, a tracciare le origini della Sezione 9, l’organizzazione antiterroristica al centro di tutte le vicende narrate.
Nello specifico, questo terzo episodio si concentra molto sulla figura del maggiore Kusanagi, dando particolare risalto al suo caratteristico rapporto tra il suo corpo artificiale e la sua “essenza”. A parte questo però, il caso trattato in Ghost Tears è forse il meno incisivo di tutti quelli mostrati e si consuma in una maniera poco coinvolgente per lo spettatore, in cui nemmeno il classico colpo di scena finale lo fa sussultare più di tanto.
Rimane comunque un episodio che, per chi è comunque curioso nei confronti di questo franchise e che ha apprezzato la scelta della serie di essere meno legata alla profondità dei film di Oshii, vale sicuramente la pena guardare.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.