11 Recensioni su

Justice League

/ 20175.8167 voti

Il DCEU non era ancora pronto per questo / 4 Aprile 2020 in Justice League

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

La DC ha dichiarato apertamente guerra alla Marvel e ai suoi Avengers mettendo in campo la Justice League. Purtroppo per la DC non era ancora giunto il momento.

Questo film è la Hunzicher / 27 Novembre 2019 in Justice League

Io non ci posso credere che qualcuno abbia approvato una cosa del genere, che non ci sia stato qualcuno nella ricca catena di montaggio dalla creazione di questa roba alla distribuzione non abbia detto “ragà questo film è una vaccata”. Ora uscirà lo Snyder’s cut, che se questo è quello “migliorato” da Weadon(mi fa cagare anche lui come regista, ma è meglio di Snyder almeno non si prende sul serio) non oso immaginare come fosse l’originale, forse ancora più patinato, tamarro e serioso?
Detto questo il film non ti illude mai, parte male e poi peggiora, tutto sembra bagnato con effetti speciali da playstation 2. La cosa che ho amato Ben Affleck in evidente post sbornia, troppo ancora ubriaco con una pancia che sembra stia per esplodere, lo sguardo sempre triste e quasi consapevole come a dire “guarda che devo fare per pagare gli alimenti alla Garner”, pure Alfred il vecchio per eccellenza sembra essere più in forma di lui. Poi che dire acquaman non pervenuto, wonder woman fa le 4 faccette per tutto il film e con sta luce non pare manco bona, flash pare spastico, dovrebbe far ridere ma non so, vorrei solo che morisse. Poi che dire ci sta superman, con dei bellissimi baffi. Sembra un film serio con delle battute messe a caso per fare i simpatici, la sensazione è quella della classica persona odiosa che vuol essere simpatica. Ecco questo film è Michelle Hunzicker, come lei patinato, ride troppo per le sue stesse battute abbiamo pure il gabibbo come cattivo.

Leggi tutto

Power Rangers DC / 22 Aprile 2019 in Justice League

a tratti me ne sono vergognato… si lascia vedere come una puntata di un videogame, spari esplosioni… la storiellina sempliciotta e l’happy ending scontato. Che delusione!!

Il kolossal di casa DC / 19 Ottobre 2018 in Justice League

“Justice League” è il “The Avengers” di casa DC, ed è un prodotto cinematografico riuscito al 100%. Nonostante una durata un po’ ristretta, visto tutto quello che ha da offrire, il tempo scorre via che è un piacere. Pieno di azione mozzafiato, effetti speciali spettacolari e spruzzate di ironia, “Justice League” regala emozioni fino alla fine. Ottimo direi.

Leggi tutto

«Ragazzini, lavoro con dei ragazzini» / 19 Giugno 2018 in Justice League

«Ragazzini, lavoro con dei ragazzini»: questa frase esclamata da Wonder Woman / Diana Prince riassume in modo estremamente sintetico ma perfettamente adeguato l’intero film, in cui una banda di personaggi affetti da narcisismo infantile, inclini a un umorismo adolescenziale – e non parlo solo di The Flash / Barry Allen, in cui queste caratteristiche sono programmatiche – viene accudita maternamente dall’Amazzone (si noti l’assenza quasi totale dei pur timidi tratti erotici che la Gadot mostrava nel precedente Wonder Woman) e da un paterno Batman / Bruce Wayne, chiaramente in preda a una crisi depressiva causata dalla prole indisciplinata (Alfred, relegato a un ruolo quasi da controllore aereo, non è di molto aiuto).
Su uno sfondo di cartapesta buoni e cattivi si affrontano coi loro poteri indefiniti in combattimenti il cui unico senso è rispondere a domande infantili come: «È più forte Aquaman o Superman?», e in cui la morte stessa è un ostacolo superabile su cui ridere un po’. Un film di ragazzini, per soli ragazzini.

Leggi tutto

Insomma… sufficiente direi! / 29 Marzo 2018 in Justice League

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Le recensioni negative ovunque non hanno dato grandi speranze a chi, come me, non ha potuto goderlo al cinema. Ma credo che averlo ripreso in bluray 4K sia stata una buona idea: parlavano di film buio, Computer Graphic da far schifo e trama insipida ma un po’ devo dire che si sbagliano.
La storia puó essere discutibile: non conoscendo il mondo DC Comics su carta non so quanto sia veritiero e ben fatto ma non mi è dispiaciuto! Personaggi piacevoli e parecchia action, forse troppo! Se dovessi dare una pagella ai protagonisti in base a quanto mi sono piaciuti direi:
•Batman: 4… Affleck sei un ciocco e hai stufato;
•Superman: 8… non perché ha distrutto il cattivo ma perché è fico comunque, sia lui, sia il costume, sia lui senza costume… insomma è il top!
•Wonder Woman: 7… troppo cazzuta e sexy, l’anima della League dovrebbe essere lei e non Batman baccalà;
•Cyborg: 5… non male ma poco sviluppato, ci voleva un film sulle origini perché sapeva troppo di anonimo.
•Flash: 6… nonostante sia il DC che adoro di più, avrei preferito più il Flash della serie (ma forse quello era troppo serio, mentre qui ci sta bene la simpatia di st’attore che non so scrivere il nome!)
•Aquaman: 5… ma che roba è? “Parla con i pesci” non si puó sentire! Poco sviluppato anche lui, anche insipido come protagonista!
Insomma, pellicola non male, molto più semplice del “Batman V. Superman” che era un panettone pesante e impegnativo: questo scorre, diverte un po’ e annuncia molte cosine sull’Universo DC.
Certo, scopiazzare l’idea dalla Marvel è stata una furbata ma Marvel l’ha studiata e realizzata meglio, non si discute!
Simpatico aver messo due scene nascoste all’inizio e alla fine dei titoli di coda, specialmente NON PERDETEVI LA SECONDA SCENA NASCOSTA… fondamentale per i prossimi Film!
Un 6,5 se lo merita!

Leggi tutto

Non così male / 28 Novembre 2017 in Justice League

Ne han parlato così male dappertutto che, per effetto di una aspettativa bassissima, non mi è sembrato alla fine così malaccio. Certo, è soprattutto lei a tenere fuori dalla palude il livello del film; Gal Gadot e la sua Wonder Woman, bellezza, eleganza ed energia allo stato puro. Ma tutto sommato anche gli altri se la sono cavata benino; perfino quel pesce lesso di Ben Affleck e il marmoreo Cavill hanno dato qualcosina. Il personaggio di Flash a me non è dispiaciuto affatto, dal trailer pensavo a una macchietta invece Ezra Miller ha dato all’eroe elettrico un tratto di fragilità che lascia il segno. Il toro Momoa così così, non mi ha convinto questa rielaborazione del mito di Aquaman in salsa nordica. Non male infine l’eroe minore, quel Cyborg che un po’ tutti da sempre citano per ultimo quando si snocciolano i nomi dei membri della JL, ben interpretato da Ray Fisher. Sottolineo pure io gli assurdi difetti in CG, assurdi perchè con un budget del genere non puoi davvero sbagliare con gli effetti visivi; l’esempio più evidente è la caduta da cavallo di una amazzone nella scena dell’inseguimento di Steppenwolf., rappresentata graficamente con lo stile di un videogioco anni ’90. Ecco pure il villain è davvero pochissima cosa. Insomma un pastiche con chiare ispirazioni marvelliane, che però conserva la sua paletta cromatica tipicamente cupa, minimizza le sottolineature musicali e non lascia troppa corda all’umorismo. Comunque meglio di Batman v Superman.

Leggi tutto

Occasione sprecata / 22 Novembre 2017 in Justice League

Cupo, brutto e privo di tutto quello che un film di supereroi può avere. La DC sta semplicemente sbagliando, anche di grosso! Troppo di fretta, con la fretta si fanno danni, si sa… Non mi è piaciuto per il semplice motivo che è un prodotto che vuole conquistare la fama dell’ormai ineguagliabile Marvel. Tutti i personaggi sono realizzati in modo imbarazzante, eccetto Gal Gadot/Diana che è bella e basta! Flash troppo simpaticone, il troppo stoppa; Acquaman è come se non ci fosse; Cyborg non ha un perché; e Batman.. Fate così, non toccatelo più. Ormai ne esiste solo uno, quello di Nolan, ed ancor prima quello di Burton, per il resto è solo ribrezzo. La trama è ovvia, la pellicola è corta, cose che in un film di supereroi non funzionano affatto. Tra questo nuovo universo DC è forse il film peggiore, Stava iniziando a piacermi, con l’Uomo d’Acciaio, poi Batman v Superman (ni, solo il cattivo) ed infine con la novità Suicide Squad (Wonder Woman devo recuperarlo). Questo film mette fine alle incertezze, si poteva raddrizzare con poca meno sfida nei confronti dei “rivali”. Sfida che si conferma con l’arrivo di Whedon alla sceneggiatura e che manda in confusione tutti. Non sono stato soddisfatto, per niente e per favore, basta storpiare Bruce Wayne. Poche parole, per un film che non vale quasi niente.

Leggi tutto

Preferivo Batman da solo… / 20 Novembre 2017 in Justice League

La JUSTICE LEAGUE prende forma. Le ceneri di SUPERMAN sono ancora nell’aria (ma per poco…) che una nuova e più pericolosa minaccia per la sopravvivenza della terra è alle porte. Quindi il Pipistrello non può far altro che riunire i supereroi DC per creare un team tale da sconfiggere il male…
Non mi dilungo ulteriormente su cosa accadrà ma invece lo farò suoi nuovi personaggi.
Beh… Batman è il solito eroe DARK e Wonder Woman una gnocca da paura (mio figlio, 10 anni, che commenta “Però, che belle gambe…” è tutto un programma…) sono già visti.
Invece abbiamo queste new entry.
– FLASH => un adolescente che sa solo di essere particolarmente veloce e che si trova in una squadra per salvare il pianeta; ovviamente risulta spaesato ma poi…
– AQUAMAN => proveniente da Atlantide, sicuramente il più enigmatico dei tre nuovi in quanto ti immagini che possa fare di tutto e di più con la forza delle maree o dell’acqua o del vapore ed invece che fa? Combatte… Ha un forcone e nulla più… Sprecato…
– CYBORG => diciamo che lui è un’incognita ma soprattutto per se stesso in quanto non ha idea delle potenzialità che ha a disposizione, figuriamoci noi che lo vediamo.
Quindi dei nuovi 3 solo il primo esce un pochino di più forse per la simpatia. Gli altri sono in totale embrione, soprattutto AQUAMAN che proprio non si capisce cosa mai può fare… Aiutare quelli del villaggio nella pesca? WOW!!! Mi sembra un pochino riduttivo…
Ma tanto non mancheranno i prossimi episodi.
Morale: francamente preferivo il buon BATMAN quando da solo sconfiggeva JOCKER, PINGUIN e tutti gli altri nemici storici…
Peccato, tocca vederlo in squadra.
Si vede.
Ad maiora!

Leggi tutto

Il voto sarebbe un 7.5 / 19 Novembre 2017 in Justice League

La vicenda si svolge temporalmente dopo Batman vs Superman.
Una nuova minaccia si affaccia sulla Terra; Bruce Wayne (Ben Affleck) decide di formare una squadra di supereroi. Mentre Wonder Woman (la splendida Gal Gadot) e Barry Allen alias “Flash” (Ezra Miller) aderiscono subito, qualche difficoltà in più Batman ce l’ha nel reclutamento di Aquaman (Jason Mamoa) e di Victor Stone alias “Cyborg” (Ray Fisher). L’aggiunta di Flash dona un tocco di ironia in più alla squadra Dc Comics così come in “Captain America: Civil war” Spiderman era la sua “controparte”
Marvel.
L’inizio non mi stava convincendo molto, il ricordo di Superman, la cupezza di Batman ma poi con l’ingresso in campo del resto della squadra, soprattutto Flash e Wonder Woman, il film acquista ritmo, simpatia e buone scene d’azione. Continuo ad avere una preferenza per i film Marvel, soprattutto perchè Superman e Batman non rientrano
(eufemismo) tra i miei supereroi preferiti, però questo (Come anche gli ultimi della Dc Comics) non è per niente inferiore ai capitoli Marvel.
Alla regia Zack Snyder ha dovuto lasciare per motivi personali (il suicidio della figlia) la conduzione a Jess Whedon, guarda caso regista dei due Avengers.
Unico difetto è che i soli personaggi noti al pubblico del grande schermo sono Batman e Wonder Woman; le tre new-entry, Flash, Cyborg e Acquaman patiscono la mancanza di conoscenza dei loro personaggi (solo di Flash, visto nella serie di telefilm, sono note le vicende personali).
Nel resto del cast tornano Amy Adams nei panni di Lois Lane, Diane Lane la mamma di Clark Kent; novità di Amber Heard nei panni della “sirenetta” di Atlantide Mera.
Attenzione Nonostante sia un film DC Comics ci sono due scene alla fine: una subito dopo, più ironica e una invece alla fine dei Credits (titoli di coda) più significativa in cui si affaccia una vecchia conoscenza di Arrow (per chi ha visto i telefilm).

Leggi tutto

Identità latitante / 15 Novembre 2017 in Justice League

Ed eccoci nel pieno della rincorsa ad opera della DC Comics sul cinematograficamente più navigato Marvel Universe. Con Justice League la Warner Bros raccoglie (come al tempo fu con The Avengers per la Marvel) i cocci sparsi nei film dedicati ai singoli eroi. Per la verità la DC non può ancora raccogliere molto, e di questo ne soffre. Sono fondamentalmente solo Batman, Superman e Wonder Woman a contare qualcosa per il momento. Nonostante ciò la WB non si dà per sconfitta, e aggiunge ben tre personaggi al corollario, di cui però non vi è traccia di storia sul grande schermo: Flash, Cyborg e Aquman. Questa scelta incide fortemente nel feeling con lo spettatore, che trovandosi di fronte tre eroi senza storia con difficoltà vi entra in empatia. È della sola simpatia che beneficia Flash, il classico ragazzino impanicato catapultato in un team di gente eccezionale, e allo stesso modo gioca Aquaman, che si può permettere qualche umorismo in meno, aiutato dalla fisicità di Jason Momoa che lo interpreta, bastante a farne un’icona di forza misteriosa e affascinante. Cyborg è uno degli sprechi più grandi del film: se ne percepiscono le potenzialità di una psiche travagliata, si annusa un’interessantissima bivalenza dell’uomo che cerca di (ma ancora non sa) convivere con la sua parte bionica, che ne cambia continuamente la percezione di sé. Tale tema è completamente assente, liquidato con facilità dalla stoica moralità di Wonder Woman che, come Superman, non combatterà mai con un” lato oscuro della forza” (cit.); per lei è tutto molto semplice, e per noi tutto molto noioso. Come avrete potuto capire, non c’è approfondimento psicologico dei personaggi. Un vero peccato, dato che dalla loro interazione potrebbero crearsi dinamiche ben più interessanti. A cosa punta quindi l’opera? Ad intrattenere, solamente a questo. Snyder (regista) è da sempre il giostraio degli effetti speciali e Whedon (sceneggiatore che si è trovato a metter mani alla regia) ha troppo poco controllo sul prodotto per farne qualcosa di brillante (come invece fece in The Avengers). Questa è forse la peculiarità da mettere in evidenza: come mai usare le stesse menti che già hanno incisivamente lavorato nel Marvel Universe? La DC non riesce a svincolarsi neanche un attimo dai rivali, ma anzi compone un quadro che ne scimmiotta le forme e ne vorrebbe assimilare anche il contenuto. A parte il fatto che non ci è minimante riuscita, non si capisce il perché non tentare di creare qualcosa di radicalmente diverso.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.