Recensione su Mia moglie per finta

/ 20116.1281 voti

Il voto sarebbe un 6.5 / 31 Gennaio 2012 in Mia moglie per finta

Discreta commedia che merita un giudizio positivo soprattutto per le presenze femminili. Adam Sandler è un “bugiardo” che tradito da una donna in gioventù, non vuole avere impegni seri con le donne e quindi si finge sposato per rimorchiare di più.
Finchè non incontra la splendida Brooklyn Decker (bellissima modella nella realtà e moglie del tennista Andy Roddick che fa una comparsata verso la fine) e chiede alla sua assistente Jennifer Aniston di fingere di essere la moglie da cui sta divorziando.
Il film alterna alcune scene e battute abbastanza divertenti ad altre situazioni più imbarazzanti o inopportune. Odioso ad esempio l’accento con cui parla la figlia di Katherine, una scena “scatologica” che sembra che non possa mancare ma anche alcune ottime apparizioni in bikini di Palmer.
Come aggiunta, nella seconda parte compare anche Nicole Kidman nei panni della nemesi di Katherine della scuola.
Il lavoro di Danny poteva far partire una satira e critica contro la chirurgia plastica ma lo sfrutta solo nella prima parte, con alcuni casi particolari e la festa in cui spiccano casi “estremi” da brividi…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext