?>Recensione | Jurassic Park | Lode ai grandi blockbuster

Recensione su Jurassic Park

/ 19937.3751 voti

Lode ai grandi blockbuster / 20 febbraio 2017 in Jurassic Park

Guardando la formidabile sequenza dell’attacco del T-Rex viene da chiedersi: ma davvero questo film è del 1993? Agli effetti speciali straordinari (Muren, Winston, Tippett e Lantieri della scuderia Industrial Light & Magic vinsero chiaramente l’Oscar) si aggiungano la qualità eccellente del cast (Sam Neill, Laura Dern, Richard Attenborough, Jeff Goldblum, Samuel L. Jackson, oh praticamente tutto lo star system!) e la classica imponente regia spielberghiana, sottolineata dalla immortale colonna sonora firmata John Williams.
Queste sono macro-produzioni che hanno lasciato il segno, al di là di ogni banale schizzinosismo cinefilo, un esempio cristallino di un cinema costruito tanto per gli incassi da capogiro quanto per far sognare il pubblico ad occhi aperti. Sì, ci sono tutti i cliché del blockbuster d’avventura anni ’90 (bambini in pericolo, storia d’amore, personaggi fastidiosi a pelle immediatamente classificabili come ‘carne da macello’ etc.) ma quando un giocattolone come questo funziona bene, è pura goduria.
p.s. L’edizione bluray (anche senza bisogno del 3D) è davvero stupefacente, ve la consiglio.

4 commenti

  1. hartman / 20 febbraio 2017

    troppo facile sparare addosso a Spielberg e ai suoi blockbuster…
    a suo modo anche lui ha fatto la storia del cinema, con Lo squalo, che se vogliamo è il primo blockbuster dell’era moderna…
    lui e il suo amico George Lucas sono stati un pò croce e delizia della New Hollyood, ma del resto se i cinema fossero sempre vuoti a quest’ora a Hollywood avrebbero chiuso i battenti (e gli Studios negli anni Sessanta ne sapevano qualcosa)…
    poi, quando ha voluto, Spielberg ha saputo sfornare dei capolavori, facendo capire che è capace di fare del grande cinema (Schindler’s List)…

  2. Stefania / 21 febbraio 2017

    Sono dell’opinione che, insieme alla riflessione e allo stimolo, uno dei compiti principali del buon cinema è il divertimento, inteso letteralmente come intrattenimento di qualità. Spielberg sa essere un grande intrattenitore e, per quel che mi riguarda, ben vengano film “commerciali” della caratura del primo Jurassic Park 🙂

  3. paolodelventosoest / 21 febbraio 2017

    Concordo con entrambi, eppure mi sono trovato a argomentare in proposito con il Frusciante – personalità ben nota a chi bazzica YouTube – il quale ha bocciato così JP: “…vive solo grazie agli effetti perche’ ha delle falle di sceneggiatura che manco un chilo di groviera senza contare come son descritti i personaggi…”

  4. Sgannix / 21 febbraio 2017

    @paolodelventosoest: Va detto che il Fruscio non è propriamente famoso per la sua mentalità aperta. 😀

Lascia un commento

jfb_p_buttontext