Recensione su John Wick

/ 20146.5240 voti

Un film che crea la giusta enfasi e adrenalina, degna di un film di azione. / 24 Gennaio 2015 in John Wick

Il tema della vendetta, seppur fagocitato da un’eccessiva rappresentazione dello stesso, tanto da renderlo argomento mai desueto, funziona; funziona perché mette in scena la primordialità dell’istinto, con le sue preponderanti volontà.
Che sia un lento progetto, o un atto figlio di fugaci impulsi, esso crea le fondamenta sulle quali costruire un disegno di violenza, che per le sue peculiari caratteristiche, necessita di un elemento scatenante, atto a fornirne le attenuanti.
In questo ritorno di Reeves al genere action, dopo film indipendenti, radicalmente legati ad un altro tipo di cultura, distante dai blockbuster americani, ci si ritrova davanti un film godibile sotto vari aspetti, che punta principalmente ad intrattenere, non disdegnando di ricalcare alcune morali, che vanno dalla ricerca esasperata di un tipo di normalità, lontana da uno spietato ritratto di crudeltà urbana, a una tenue e candida illusione, come quella della speranza, metafora di redenzione e aspettativa.
Un film che crea la giusta enfasi e adrenalina, degna di un film di azione.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext