Recensione su John Rambo

/ 20085.1133 voti

7 Settembre 2011

Rambo scopre gli effetti speciali alla “Salvate il soldato Ryan” e non risparmia una goccia di sangue.
Solita contrapposizione fra bene, impersonato da un manipolo di mercenari, e male, impersonato dall’esercito di un viscido e spietato comandante del posto. Il teatro dove si svolge il quarto film della serie di Rambo stavolta è la Birmania sconvolta dalla guerra civile, ma sarebbe potuto essere qualsiasi altro posto.
L’esito è scontato.
Se si sono già visti i primi tre film ci si trova di fronte un Rambo invecchiato, molto ingrossato, quasi goffo e con poca voglia di vivere che scimmiotta se stesso da giovane.
Ideale per passare un’ora e mezza senza pensare immersi nella violenza.

Ma perché non è andato a trovare il padre direttamente nel primo film?

Lascia un commento

jfb_p_buttontext