Recensione su Inside Job

/ 20107.737 voti

28 Dicembre 2011

È un documentario sulla crisi economica, incentrato più sul trovare responsabilità e negligenze che sull’aspetto puramente finanziario. Tecnicamente è fatto molto bene: l’alternarsi di interviste, immagini, grafici, documenti è praticamente perfetto; mi sono piaciute persino le musiche di sfondo!
Anche chi non si intende di economia (se proprio non è una capra come la sottoscritta) dovrebbe riuscire a seguire tranquillamente; tanto più, come dicevo prima, che il cuore del film è un puntare il dito contro tutto un sistema speculativo che, per pura ed accecante avidità, ha volontariamente (coscientemente?) portato ad un crollo finanziario globale. C’è chi si arricchiva sulla rovina di qualcun altro, con il beneplacito di politici e persino di accademici. Vatti a fidare…
In genere non mi piace abboccare all’amo di chi mi indica un “cattivone”, ho sempre paura di demagogia, teorie dei complotti e facilonerie simili. Stavolta, però, sento una gran puzza di verità.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext