Inferno

/ 19806.3100 voti
Inferno

Secondo quanto scritto su un vecchio libro dell'architetto e alchimista Emilio Varelli, le tre Madri degli Inferi, Mater Suspiriorum, la Madre dei Sospiri, Mater Lacrimarum, la Madre delle Lacrime, e Mater Tenebrarum, la Madre delle Tenebre, risiedono rispettivamente a Friburgo, Roma e New York. Una giovane americana, Rose Elliot, legge il libro di Varelli e si convince di abitare proprio nella casa in cui dimora la Madre delle Tenebre. Preoccupata, la ragazza scrive al fratello, Mark, che si trova a Roma per studiare musica, affinché si rechi da lei.
schizoidman ha scritto questa trama

Titolo Originale: Inferno
Attori principali: Leigh McCloskeyLeigh McCloskeyIrene MiracleIrene MiracleEleonora GiorgiEleonora GiorgiDaria NicolodiDaria NicolodiSacha PitoëffSacha PitoëffAlida Valli, Veronica Lazar, Gabriele Lavia, Feodor Chaliapin Jr., Leopoldo Mastelloni, Ania Pieroni, James Fleetwood, Rosario Rigutini, Ryan Hilliard, Paolo Paoloni, Fulvio Mingozzi, Luigi Lodoli, Rodolfo Lodi, Dario Argento, Mostra tutti
Regia: Dario ArgentoDario Argento
Sceneggiatura/Autore: Dario Argento
Colonna sonora: Keith Emerson
Fotografia: Romano Albani
Costumi: Massimo Lentini
Produttore: Claudio Argento, Salvatore Argento, Guglielmo Garroni
Produzione: Italia
Genere: Thriller, Horror
Durata: 107 minuti

Dove vedere in streaming Inferno

Un buon film rispetto alle schifezze odierne ma si poteva fare di più. / 28 Giugno 2020 in Inferno

Film stilisticamente perfetto e di gran stile come lo erano tutti i film di Argento della sua epoca d’oro, apocalittico e visionario ma purtroppo a me è piaciuto solo in parte, più visivamente che per il suo contenuto.
L’idea di partenza è buona ma secondo me male strutturata, la sceneggiatura è totalmente illogica, la caratterizzazione dei personaggi lascia a desiderare(ma questo è sempre stato il tallone di Achille di Argento) e il finale affrettato che lascia solo delusione.
Ci sono aspetti che ho gradito come l’atmosfera gotica e le musiche di Keith Emerson ma la poca continuità, lo svolgimento piatto e gli attori non all’altezza non fanno per me raggiungere la sufficienza a questa pellicola.
Rispetto alle schifezze degli ultimi anni che ci ha propinato il buon Dario questo è senza alcun dubbio un buon film ma per me si poteva fare di più.

Leggi tutto

Stile Argento / 10 Gennaio 2018 in Inferno

Beh, è Dario Argento. Il suo stile negli anni 70 e 80 era riconoscibile, geniale e magistrale. Qui non cambia. Inferno è il seguito di “Suspiria” ed è il secondo della trilogia delle “Tre madri”. A parte qualche pacchianata rimane un film godibile e misterioso, fino ad un certo punto. Se vi piace lo stile e “Suspiria” vi ha intrigato allora non vi rimane che vederlo!

Leggi tutto

UN PO’ BAROCCO UN PO’ BARACCA / 17 Ottobre 2016 in Inferno

Inferno è un film squisitamente tecnico. Argento prende la logica e la marginalizza in un angolino…concentrandosi sul quadro d’insieme, sull’impatto visivo. La trama è per lo più un canovaccio attraverso il quale rappresentare una sequela di scene macabre e viene narrata con una logica/illogica da incubo. Le scenografie riempiono costantemente il quadro in maniera appagante. La fotografia riprende il discorso cominciato con Suspiria e lo perfeziona.

La colonna sonora del compianto Keith Emerson è invadente e cosa più grave…totalmente fuori giri…andando così ad intaccare l’efficacia di alcune scene.

Un film che funziona a pezzi ma che zoppica tutto assieme. Comunque ciò che c’è di buono rimane negli occhi per la bellezza espressiva (per esempio la scena subacquea), così come purtroppo restano i numerosi scivoloni.

Da segnalare la collaborazione tra Argento e Mario Bava.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.