?>Recensione | Inferno | Inferno per chi guarda

Recensione su Inferno

/ 20155.7169 voti

Inferno per chi guarda / 27 luglio 2017 in Inferno

Se con Angeli e Demoni la situazione dei romanzi di Dan Brown portati al cinema da Ron Howard era -proprio lievemente eh, beninteso- migliorata, con Inferno si precipita a livelli pessimi. A sto giro Langdon (ancora ovviamente Tom Hanks) si ritrova confuso e ferito in un ospedale fiorentino, dove viene aiutato da una dottoressa (Felicity Jones) mentre è braccato da mezzo mondo e vittima di visioni allucinanti e minacciose. C’è una donna vestita da carabiniere che lo bracca, l’OMS guidata da un francese (Omar Sy) e c’è il mistero del personaggio di Zobrist (Ben Foster), miliardario che a quanto pare ha creato un virus per ridurre la popolazione mondiale. Il tutto, collegato all’Inferno del nostro Dante. Nah, non ci siamo proprio. Ancora una volta, non so come sia il libro, ma sinceramente sto film non ha senso, con tutti questi nemici, tradimenti, organizzazioni strane, pare una sorta di 007 “intellettuale” ma proprio dei poveri. Mi spiace, ancora una volta, per Hanks e Howard, attori e registi fantastici, ma mai nemmeno lontanamente sufficienti in questa seriaccia.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext