Recensione su Inception

/ 20108.11548 voti

E tra mente e sogno, azione. / 23 Dicembre 2013 in Inception

Inception è un Thriller del 2010, diretto da Christopher Nolan.
Si tratta di un’opera molto fluida, la quale scorre molto velocemente ed è ricca di azione che mozza il fiato per tutti i 148 minuti. Si tratta, inoltre, di un film girato in modo intelligente e con una trama parecchio elaborata, piena di intrighi; che basa la sua solidità su di una storia fondata da elementi base introdotti nell’opera stessa.
Mi spiego: le scene si susseguono assai fluidamente, cambiando continuamente i campi d’azione e creando un intreccio di realtà parallele, realtà e sogni dominati da elementi (che possono essere persone, oggetti etc..) ispirati alla realtà ma che non la rappresentano, sarebbero impossibilitati in essa e in essa assumerebbero valori minori.
Leonardo di Caprio è l’attore che interpreta il protagonista della storia, un esperto di sogni capace di insinuarsi nelle menti altrui e, così facendo, estrapolare informazioni o addirittura innestare un’idea che influirà sulla vita del soggetto sognante ed avrà ripercussioni sulle sue decisioni.
Il suo è un personaggio sostanzialmente di buon animo, ma che deve fare i conti con un passato molto turbolento; infatti la morte della moglie avvenne, a sua detta, per colpa sua e ciò influirà sul suo lavoro rischiando più volte di far fallire lui e i suoi colleghi.
Proprio su questo tema si sviluppano le vicende: le peripezie avvengono soprattutto fra continui cambi di realtà e di “livelli di sogno”.
Il poteva essere fuorviante, facendo ipotizzare un film onirico che descrive in modo opprimente gli aspetti più inquietanti della mente. Ma non è per niente questo l’obiettivo del film (e menomale…altrimenti era stato reso malissimo) !
Christopher Nolan è un regista indubbiamente talentuoso, però punta soprattutto sull’azione, sapendo sì dare un aspetti inquietante e cupo all’opera (pur facendolo in modo raffazzonato), ma non sapendo altresì inserire messaggi filosofici, né conferire un atmosfera lugubre od onirica ad essa. Pertanto, questo film non analizza la mente umana, ma si concentra sugli aspetti più spettacolari di un ipotetica realtà parallela che essa potrebbe scaturire nel sogno. Perché nei sogni si possono abbattere i limiti della fisica e, così facendo, conferire alla storia un aspetto surreale e fantascientifico.
In tutto questo, Nolan ci mette tanta action che, oltre a portare avanti la storia, rende più spettacolare il film e sortisce anche un bell’effetto visivo .
Ottimi, dunque, gli effetti speciali ed il montaggio delle scene; buona, nel complesso, la recitazione e la sceneggiatura.
Di Nolan avevo visto solamente i primi due Batman e non mi erano sembrati granché, oltretutto, il terzo prometteva talmente male che decisi anche di non vederlo, avendo troppi pregiudizi. Mi sembra un buon regista, abile ed intelligente, ma ha uno stile troppo banale e commerciale, pur essendo bravo ad arricchire il film di spunti interessanti e, parecchie scene d’azione sono veramente fatte bene ed emozionano alquanto. Non è, secondo me, un grande regista (lo dico avendo però visto pochi suoi film, anzi, se leggeste questa recensione e aveste altri suoi film da consigliarmi, scrivete i titoli nei commenti, così io me li sparo…grazie mille a chi lo farà 😉 LOL), come questo non è un capolavoro, ma certamente un lungometraggio realizzato ottimamente, che raggiunge e supera anche di un po’ il suo modesto scopo e che non delude affatto.

11 commenti

  1. michidark / 23 Dicembre 2013

    In realtà il film è più profondo di quel che sembra, io per apprezzarlo veramente l’ho visto 3 volte, così facendo l’ ho trovato sempre più complesso ed articolato. Secondo me, allo stesso modo di Matrix, è un’opera molto enigmatica mascherata da film action hollywoodiano. Ti consiglio di riguardarlo, magari tra un mese. Anche a me Nolan non fa impazzire, ma Memento lo ricordo un buon film.

  2. alex10 / 23 Dicembre 2013

    Ma infatti, questo film mi è piaciuto molto @michidark
    tu dici che io non l’abbia apprezzato abbastanza ? Comunque sì, lo rivedrò senz’altro (anche se forse non a breve) perché è un film che veramente scorre molto bene ed è emozionante, piacevole insomma.
    Memento non l’ho mai visto, lo vedrò sicuramente, del resto è giusto vedere almeno gran parte della filmografia per giudicare appieno il regista 😉
    Matrix non è un film che ho apprezzato moltissimo, a dire la verità. 😉

    • michidark / 23 Dicembre 2013

      Sì, avevo capito che ti è piaciuto, dicevo solo che con più visioni magari potresti apprezzarlo di più, come è successo a me. Inoltre, riguardandolo potresti scoprire nuovi elementi che ti son sfuggiti la prima volta (ammetto che c’è tanta carne al fuoco). Per me questo film è un capolavoro, ha una sceneggiatura intricata e contorta, degna di una mente sopraffina. E tutto funziona, se provi ad analizzare il film non trovi nulla di insensato o poco plausibile.
      Per Matrix: per me è anch’esso un capolavoro, un nuovo modo di fare cinema, ha lanciato nuovi canoni per i film d’azione. Ovviamente i due seguiti sono film inutili.

      • alex10 / 23 Dicembre 2013

        okok, capito !! 😉
        il film è, in effetti, ben architettato e studiato…forse è un bene in un film di questo tipo…che ricerca attentamente il colpo di scena, la sceneggiatura è davvero buona.

  3. Raskolnikov / 23 Dicembre 2013

    Memento (il migliore secondo me), Following e The Prestige

    • alex10 / 23 Dicembre 2013

      grazie per la dritta @hunck 🙂 🙂
      ma a te sono piaciuti tutti i suoi film??? io ho sempre pensato che il terzo su batman sia osceno e, pertanto, non oso vederlo. 😀

      • michidark / 23 Dicembre 2013

        Io the prestige vorrei vederlo, ma dopo che mi han spoilerato il finale mi è un po’ passata la voglia. I Batman non mi dicono nulla, nel senso che Batman non mi è mai piaciuto. Ho provato a vedere quello con Ledger, risultato: dopo mezzora dormivo come un ghiro.

        • alex10 / 23 Dicembre 2013

          a me piacque abbastanza quello di Burton, ma vidi solo il primo.
          Jack Nicholson lo preferisco a Heath Ledger nel ruolo di joker, ma in generale non amo i film sui supereroi, antieroi etc…
          insomma quelli basati su fumetti…io li preferisco su carta.

          • michidark / 23 Dicembre 2013

            Come te! I film sui supereroi li digerisco malissimo, preferisco quelli tratti da fumetti più particolari (sin city, kick- ass, V per vendetta, scott pilgrim…). Tipo: Superman, Hulk, Batman, Captain America et similia non riesco proprio a guardarli

      • Raskolnikov / 23 Dicembre 2013

        La trilogia di Batman non mi ha entusiasmato molto (a parte il primo capitolo), ho preferito di più il Batman Burtoniano. Insomnia l’ho trovato noioso e recitato male. Tutti gli altri sì, mi sono piaciuti molto.

  4. Bisturi / 23 Dicembre 2013

    Bah, l’unico film che ho davvero apprezzato di Nolan è Memento, per il resto non mi ha entusiasmato. E’ un regista freddissimo, io lo definisco un “guitar hero” della regia, alla Steve Vai o alla Malmsteen, tutta tecnica e poco phatos. I primi due Batman sono appena discreti (nulla a che vedere con quelli di Tim Burton) l’ultimo è inguardabile, così come è brutto “Insomnia”. Inception è un film discreto, ma appunto freddo, che si guarda allo specchio.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext