Recensione su In Time

/ 20116.5642 voti

29 Marzo 2012

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

“I think I’m drowning
asphyxiating
I wanna break the spell
that you’ve created

you’re something beautiful
a contradiction
I wanna play the game
I want the friction

you will be
the death of me
yeah, you will be
the death of me

bury it
I won’t let you bury it
I won’t let you smother it
I won’t let you murder it

our time is running out
and our time is running out
you can’t push it underground
we can’t stop it screaming out

I wanted freedom
but I’m restricted
I tried to give you up
but I’m addicted “

Tempo
Vivere stanca,ma mi stancherò solo quando lo vorrò io.

A volte si ha quello che si merita e tu ne sai qualcosa, sei stato bravo a sprecare il tuo tempo,adesso inutilmente ti agiti cercando l’attimo che ti collochi alla base di un mondo che rifiuti ma che non riesci a cambiare.
Ore accumulate, minuti persi e un passato che pesa tremendamente.
Filosofia di vita: “Vivi veloce, muori giovane e lascia un bel cadavere da vedere”
Questo è quanto succederà, se non cambi le cose, perché in un mondo che vuole vederti consumare come una candela che brucia da due lati devi darti da fare ogni giorno per non far spegnere la fiamma che ti tiene acceso, costanza,abnegazione,totale padronanza di se,essendo consapevole del rischio che corri ti arrangi come puoi,ti affanni cercando quello che non hai,ti batti in prima persona per quello in cui credi,senti di meritarti qualcosa di più e l’inquietudine ti divora giorno dopo giorno e qualche volta ti sembra di impazzire tanto che vorresti urlare e sfogare la tua rabbia, ma ti trattieni perché rischieresti di diventare una super nova atomica bomba,ma sarebbe un atto terroristico tale da fa r scomparire quello che non ti piace ,ma tu non sei un terrorista,non ancora almeno,sei diverso da loro che ti vogliono omologato alla massa come pecore al pascolo,questo ti porterà a essere braccato,inseguito per essere giustiziato come il più pericoloso dei delinquenti,ma questo non succederà perché sarai salvato da una gran bella gnocca e ti meriterai il pasto completo che potrai gustare tutte le volte che vorrai,inoltre diventerai un eroe conosciuto in tutto il mondo e finalmente avrai tutto il tempo che vorrai,tutto a tua disposizione, vedi,sei un ragazzo fortunato,mica male come vita,no?
…………………………………………………………………………………………………………

Rapporto confidenziale, trascrizione di conversazione tra la dottoressa Succhia Cazzi e un giovane senza speranza.

Dott.ssa: si sieda prego, ho letto il suo questionario e mi sembra che lei abbia dei problemi.
Giovane: se lo dice lei…
Dott.ssa: beh,qui dice che conta i lampioni delle strade e che odia suo padre, mi spieghi.
Giovane: cosa vuole sapere?
Dott.ssa: perché odia suo padre?
Giovane: niente di particolare,e poi non mi va di parlarne con lei
Dott.ssa: ho capito, come si svolge la sua vita?studia o lavora?
Giovane:nessuno dei due, non ho voglia di fare niente.
A questo punto i due contendenti si fissano senza aprir bocca per cinque lunghissimi secondi, poi la conversazione riprende…
Dott.ssa: senta, la ragazza c’è l’ha?
Giovane: no
Dott.ssa: e con gli amici come va?
Giovane: non ne ho.
Dott.ssa: come vede il suo futuro?
Giovane: nero, ogni tanto mi vien voglia di uccidere.
Dott.ssa: ha spesso questi pensieri?
Giovane: ogni tanto
Dott.ssa: sono insani
Giovane: dice?
Dott.: e chi vorrebbe ammazzare?qualcuno in particolare?
Giovane: sì, a volte immagino di uccidere alcune persone che sono palesemente inutili al mio stato di essere umano.
Altra pausa,stavolta di sette secondi dove senza dire alcunché la dott.ssa fissa intensamente il giovane uomo,il quale a disagio abbassa lo sguardo,poi come d’incanto l’interrogatorio prosegue in questi termini…
Dott.ssa: dovrebbe parlarne con qualcuno, dove vive c’è un prete?
Giovane: sì, ma io con i preti non ho un buon rapporto, non mi fido.
Dott.ssa: scusi, ma lei è sempre così diffidente?
Giovane: sì, e lei è sempre così stronza?
Dott.ssa: come si permette ?io sono la dottoressa Succhia Cazzi!
Giovane: lo so, si vede.
Dott.ssa: se ne vada! Insolente, maleducato e nulla facente!
Giovane: si signora, ossequi a suo marito.
Fine
P.S. in seguito il giovane si trovò un lavoro, strinse amicizia con alcune persone, si fece molte scopate e non uccise mai nessuno.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext