Recensione su Immaturi

/ 20116.1419 voti

5 maggio 2011

Una commedia divertente, mai volgare, a tratti un pò scontata con qualche leggerezza di sceneggiatura, ma, nel complesso, omogenea e gustosa. la trama è semplice: un gruppo di amici, diplomati ormai da qualche anno, per un errore burocratico si ritrovano a dover ripetere l’esame di maturità. Ormai sono più vicini ai 40 che ai 20, ognuno di loro ha un lavoro o una famiglia, c’è chi ha figli e chi li aspetta, chi vorrebbe non invecchiare mai e chi si sente troppo vecchio, chi ha fatto strada e chi ancora non vuol lasciare l’alcova familiare. Insomma, ognuno a suo modo rappresenta uno spaccato dei giovani di oggi, con le loro problematiche ed i loro ricordi, i loro rimpainti e le proprie emozioni. Con una serie di brani musicali indovinati a far da contorno, il film segue la reunion di questa “vecchia banda”, che inizia a ri-studiare Epicuro insieme a ragazzini e ragazzine con metà dei loro anni. Qualche episodio simpatico e qualche citazione d’autore (il personaggio di Luca Bizzarri assomiglia molto a quello di Hugh Grant di “About a boy”, con tanto di scena rubata) per una serata tranquilla e ironica quanto basta a far pensare che, tuttavia, queste cose in Italia accadono davvero.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext