?>Recensione | Il talento di Mr. Ripley | Gran bel lavoro!

Recensione su Il talento di Mr. Ripley

/ 19996.7226 voti

Gran bel lavoro! / 16 febbraio 2017 in Il talento di Mr. Ripley

Un thriller decisamente particolare questo creato da Anthony Minghella, già famoso per Il Paziente Inglese. Siamo nel 1958. Il giovane Tom Ripley (Matt Damon) suona il pianoforte è una persona tranquilla e calma. E’ però una persona capace di imitare gli altri, di mentire e di imbrogliare, non vuole rivelare troppo di sè. Un giorno viene contattato da un ricco armatore, mr. Greenleaf, che gli offre 1.000 Dollari per andare in Italia per recuperare suo figlio Dickie (Jude Law) che vive in Italia da diverso tempo spendendo ai suoi danni. Il giovane accetta e in breve tempo, arrivato in un paesino sotto Napoli, conosce Dickie e la sua fidanzata (Gwyneth Paltrow). In quella che diventerà una amicizia decisamente tormentata, succederà l’imprevedibile e Ripley dovrà veramente ricorrere ai suoi talenti. Altro sulla trama non voglio svelarlo, perché è un film da godersi, veramente ben recitato (soprattutto fantastico Matt Damon, una delle sue migliori interpretazioni) e bello proprio da vedere, a partire dalla bella ambientazione nell’Italia di fine anni ’50, con la Campania, Roma e San Remo che faranno da sfondo alle vicende principali. Un lavoro decisamente ben curato appunto anche sotto l’aspetto della ricostruzione storica. Il cast è ottimo, come già avete potuto vedere, ma ci sono anche altri attori importanti: basta dire Cate Blanchett e P.S. Hoffman. Molti anche gli attori italiani presenti nel film, vista anche l’ambientazione: troviamo, tra i tanti, Rubini, Marescotti e persino i fratelli Fiorello (all’inizio del film ho trovato veramente incredibile, quasi assurda per certi versi, la scena di Rosario Fiorello che canta Tu Vuò fa l’Americano con Law e Damon, ma comunque ci stava). Un film ampiamente consigliato, magari ci mette un po’ all’inizio a carburare ma uno si riempie gli occhi con le bellissime ambientazioni, e poi comunque, quando prende davvero il via, coinvolge tantissimo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext