Recensione su Il signore degli anelli - Il ritorno del re

/ 20038.31139 voti

4 maggio 2015

Gran finale, pomposo ed enfatico, per una delle saghe cinematografiche più epiche della storia del cinema.
Il ritorno del Re è probabilmente il migliore dei tre episodi (anche se non molto superiore a Le due torri), se non altro perché dona finalmente compiutezza alla storia lasciata in sospeso degli altri due capitoli.
I punti forti della pellicola sono le diverse scene collettive di guerra, tra le quali spiccano, assolutamente memorabili, quelle della battaglia di Minas Tirith, e in particolare la carica di cavalleria dei cavalieri di Rohan, che vista al cinema oltre dieci anni fa fu davvero impressionante. Ma anche la battaglia con gli olifanti non è da meno (ma quanto è figo Legolas che, dopo averne ucciso uno, torna sulla terraferma surfando sulla proboscide?!).
Tra gli aspetti negativi, invece, vi è principalmente l’eccessiva lunghezza (difetto comune ai tre episodi): le 9 ore complessive della trilogia (di cui oltre 3 per quest’ultimo episodio) sono pure poche per raccontare l’immenso mondo tolkeniano. Eppure risultano spesso pesanti, con i tempi a volte eccessivamente dilatati.
Considerato che le versioni extended uscite per l’home video sono notevolmente più lunghe di quelle cinematografiche (arrivando alla follia delle oltre 4h della versione extended in blu-ray di questo terzo episodio), si comprende che già moltissimi tagli sono stati effettuati. Ma francamente c’era spazio per operarne degli altri.
Vedi ad esempio il gioco di finali, che si susseguono portando all’esasperazione lo spettatore, che vede rimandare continuamente l’apparizione dell’agognato “The end”. Al cinema (dopo tre ore in sala), questa successione di finali fu davvero estenuante. Rivedendolo successivamente, ed essendo preparati alla cosa, la sensazione è meno pesante, anche se si fa sentire.
Questo terzo episodio vede inoltre incrementato il tasso di soprannaturale (l’esercito dei Morti in primis, ma anche le raccapriccianti scene dell’aracnide gigante Shelob): aspetto che, personalmente, ho apprezzato un po’ meno.
Le 11 statuette giunte con questo capitolo finale (record con Ben Hur e Titanic), rappresentano probabilmente più un premio all’intero progetto che un riconoscimento al singolo film, anche perché, quanto a tecnica, i tre episodi sono molto omogenei (con la costante della splendida colonna sonora di Howard Shore).
Sommando i tre film, siamo di fronte all’opera più premiata nella storia degli Academy Awards. Forse un riconoscimento eccessivo e legato più ai risultati economico-spettacolari che a quelli più intrinsecamente cinematografici, eppure valutando l’opera nel suo complesso c’è davvero l’idea di essere di fronte a qualcosa di unico nella storia della settima arte.

3 commenti

  1. paolodelventosoest / 27 aprile 2017

    Mi sto gustando la “follia delle oltre 4 ore” della versione extended in bluray (divisa in due serate, però) 😀
    Veramente una figata epica!

    • hartman / 27 aprile 2017

      grande!! io ricordo ancora ora quel finale che non finisce più… non ho visto la versione extended, spero non abbiano inserito scene extra anche nel finale, sennò diventa una via crucis…
      a parte le battute, gran film e grande saga in generale…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext