1973

Il mio nome è Nessuno

/ 19737.189 voti
Il mio nome è Nessuno
Il mio nome è Nessuno

1899. Un vecchio cacciatore di taglie, Jack Beauregard, viene convinto da un giovane pistolero, Nessuno, a compiere un'ultima grande impresa che potrebbe farlo entrare nella leggenda del West: affrontare e sconfiggere da solo un esercito composto da centocinquanta cavalieri.
schizoidman ha scritto questa trama

Titolo Originale: Il mio nome è Nessuno
Attori principali: Terence HillHenry FondaJean MartinR. G. ArmstrongKarl BraunLeo Gordon, Steve Kanaly, Geoffrey Lewis, Neil Summers, Piero Lulli, Mario Brega, Marc Mazza, Benito Stefanelli, Alexander Allerson, Rainer Peets, Maurice Kowalewski
Regia: Tonino Valerii
Sceneggiatura/Autore: Ernesto Gastaldi
Colonna sonora: Ennio Morricone
Fotografia: Giuseppe Ruzzolini
Produttore: Claudio Mancini, Fulvio Morsella, Sergio Leone
Produzione: Germania, Francia, Italia
Genere: Azione, Commedia, Western
Durata: 117 minuti

C’E’ NESSUNO? / 21 Dicembre 2016 in Il mio nome è Nessuno

All’inizio degli anni ’70 Sergio Leone decise di passare dagli spaghetti ai fagioli, concependo il soggetto ed affidando la regia di questo progetto ad uno dei suoi più stretti collaboratori…Tonino Valerii (anche se pare che abbia girato parecchie scene lui stesso e credo siano ampiamente riconoscibili).

Questo film rappresenta il passaggio di testimone di un filone western ormai al tramonto. L’era dei duelli è solo un ricordo ed ‘è ora di lasciare il passo al nuovo che avanza. Questo avvicendamento se vogliamo è sottolineato sia dal cast che mette in contrapposizione l’astro nascente Terence Hill con l’esperto Fonda, sia dalla trama che mette a confronto un giovane scalcagnato con il suo mito, il leggendario pistolero dei selvaggio west al quale manca solo un gran finale per entrare nei libri di storia.

La pellicola è divertente, di tanto in tanto epica, qualche volta cialtrona ma nel complesso riesce nel suo proposito…omaggiare un genere al tramonto.
Colonna sonora, fedele alleata della pellicola, trova il suo spazio con le bellissime composizioni del sommo Morricone.

La fotografia mantiene gli standard Leoniani così come tutti gli altri reparti coinvolti.

Dire no a Sergio Leone poteva costarvi una sepoltura…come è accaduto a Sam Peckinpah, reo di essersi rifiutato di dirigere “cera una volta la rivoluzione” poi diventato “giù la testa”.

Leggi tutto

Come si fa a non averlo visto… / 8 Settembre 2016 in Il mio nome è Nessuno

Terence Hill, Henry Fonda e Mario Brega…
Questi i nomi che mi vengono in mente nell’immediato.
Un film divertente per tutte le età, piccoli compresi.
Garanzia totale!
Bello…
Da non perdere!
Ad maiora!

23 Maggio 2015 in Il mio nome è Nessuno

Prodotto da un Sergio Leone che aveva già sfornato 6 dei suoi 7 capolavori da regista (C’era una volta in America arriverà nel 1984), questo film del 1973 rappresenta un ponte tra lo spaghetti western inventato da Leone stesso (con la celebre Trilogia del dollaro) e il western comico e pasticcione dei due Trinità, che qualche anno prima avevano sbancato ai botteghini proponendo una nuova variante made in Italy di un genere che sembrava aver detto tutto, e che invece nelle sapienti mani dei cineasti italiani stava trovando nuova linfa.
Il mio nome è nessuno è, da un lato, un western scanzonato e moderatamente allegro (soprattutto nel personaggio di Terence Hill); dall’altro è un film del filone nostalgico, già esplorato da Leone con il mitico C’era una volta il west (il fattor comune è in questo caso Henry Fonda).
Il risultato è un film soltanto discreto, ma piacevole e ben diretto dal gregario Tonino Valerii.
Si sente l’assenza accanto a Terence Hill di un comprimario “di peso” come Bud Spencer (che pare non piacesse a Leone).
Nel segno della continuità le musiche di un ispirato Ennio Morricone, che oltre a un piacevolissimo motivetto guida, propone un ricercato tema sonoro per le galoppate del “mucchio selvaggio” che prende in prestito, più di un lustro prima di Apocalypse now, la Cavalcata delle Valchirie di Wagner, rivisitata in salsa western.

Leggi tutto

Incredibilmente banale / 3 Maggio 2014 in Il mio nome è Nessuno

Questo film è un collage dei soliti luoghi comuni dei western. Il soggetto non è male, si poteva trarne un bel film, ma la sceneggiatura è terribilmente infantile e il lavoro di regia e montaggio non è chissà che. Particolarmente irritanti le numerose scene velocizzate alla filmetto comico di terza categoria, che fanno colare a picco il livello del film (va bene una volta, ma l’effetto è decisamente abusato, davvero tremendo poi quando associato alla transizione alla Looney Tunes). Peccato sia per le bellissime musiche del maestro Morricone che per il cast, che è interessante e prometteva molto bene. Ho amato Terence Hill nei panni di Trinità, ma in questo film l’ho trovato insipido e perfino grottesco, con quelle smorfie che né fanno ridere né gli aggiungono espressività, si limitano a far scendere la sua interpretazione al livello del buffone occasionale.

Leggi tutto

30 Maggio 2011 in Il mio nome è Nessuno

Mi permetto di considerarlo il miglior film interpretato da Terence Hill, nonostante sia cresciuto sotto l’ala protettiva del rissoso duo italiano. Un film semplice, un western che forse farebbe invidia al cinema americano.
Dietro i grandi uomini solitamente si dice che si celino grandi donne. Dietro l’ultimo capitolo della vita di una leggenda del west invece si nascondo il viso e lo sguardo di un irriverente pistolero, Nessuno, che, attraverso battute e divertenti macchinazioni, porterà il vecchio Beauregard all’epica conclusione della sua storia.

Leggi tutto