Recensione su Il giro del mondo in 80 giorni

/ 20046.0154 voti

4 Gennaio 2014

Praticamente si prende la famosa novella di Verne, la si stravolge per renderla adatta quale pretesto per le jackiechanate del caso, si inseriscono la giusta dose di anacronismi (quello dei fratelli Wright è solo il più grossolano), et voilà, si ottiene questa inguardabile produzione Disney, candidata come peggior remake ai Razzie awards 2004.
Uno si chiede: sarà almeno piaciuta ai bambini, visto che a loro pare principalmente destinata? Poi guardi i dati degli incassi e ti rendi conto che probabilmente neanche a loro è piaciuta (o che gli adulti hanno trovato qualsiasi genere di scusa per non portarli, pur di non sottoporsi al supplizio).
Classico film che si guarda per sbaglio o per scelta random, non l’ho abbandonato a metà solo perché ho il brutto vizio di portare a termine le cose che inizio, ma ammetto che stavolta la tentazione era forte come non mai.
Ultima nota: Schwarzenegger abbigliato in panni da principe mediorientale e con capigliatura da cugino di campagna semplicemente inguardabile.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext