Recensione su Il discorso del re

/ 20107.71088 voti

2 Gennaio 2012

Gran bel film, meritatamente vincitore di 4 oscar; bellissimo il primo incontro tra il principe Albert e il logopedista Lionel, con i suoi metodi poco convenzionali, che non si lascia condizionare dalla regalità del suo paziente.
Intanto la storia (in tutti i sensi) va avanti e la morte del re Giorgio V e soprattutto la mancanza di responsabilità del primogenito Edoardo (invischiato con una donna sposata), spingeranno Bertie ad accelerare i suoi incontri con Lionel per risolvere definitavamente il suo problema di balbuzie vista la responsabilità che gli arriva. Toccante e fantastica la scena del discorso finale.
Un grande cast con Colin Firth (Bertie) vincitore dell’Oscar ma ben spalleggiato da Geoffrey Rush (Lionel), Helena Bonham Carter (la moglie di Bertie), Guy Pearce (Edoardo VIII, anche se il suo ruolo me lo ha reso parecchio antipatico) e il buon Timothy Spall nei panni di Churchill.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext