?>Recensione | Il cattivo tenente - Ultima chiamata New Orleans...

Recensione su Il cattivo tenente - Ultima chiamata New Orleans

/ 20096.464 voti

24 dicembre 2012

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Remake (lo sapete, no? I mean, è senso comune…) di un film GRANDIOSO del ’92 di Abel Ferrara con Harvey Keitel, questo nuovo viene smontato da quasi tutta la critica che si trova. Io invece mi ci son divertito abbastanza, lo ricordo benissimo, e ricordo persino che in alcuni momenti Nicholas Cage qui mi pareva davvero un attore. Mumble, forse perché non doveva fingere di non essere strafatto. Perché era, appunto, la parte di un poliziotto di New Orleans che fa del peggio del vostro peggio, finendo regolarmente per essere promosso di grado. Pippa coca, fa il magnaccia a una Eva Mendes-prostituta, gioca e perde soldi in forti scommesse sul football, soffoca le vecchiette e (la meglio cosa) finge di voler arrestare tipi con la macchina grossa e la tipa troia e superfiga. Così poi la tipa troia e superfiga gli fa capire che se non li arresta lei gliela da e allora lui se la scopa (commozione per questo piano geniale e per la sua buona riuscita*_*). Il tutto per la regia di Werner Herzog, che chi sia nemmeno mi metto a dirlo ma che qui se ne sta buono buono svolgendo il suo compito nel binario del remake convenzionale (chiariamoci, Herzog è pazzo come un cavallo).
Oh, qui infine nemmeno ci si può esimere dal dire che c’è… c’è… ooooooooooh… nella parte del gangsta spacciacoca… XZIBIT!!! Minchia, è troppo troppo lui, il rapper scemocoglionesimpaticoYO di Pimp my ride su Mtv. Oh, senti, ma me la puoi montare una piscina olimpionica sul retro della Opel Corsa rossa? Sì, e con uno schermo LCD che copre tutto il fondo. E coi delfini. E anche l’aggeggio per sparare i fuochi d’artificio. E la macchina del gelato, già che ci siamo. E poi che altro? Eeeeeeeee…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext