Recensione su Il capitale umano

/ 20147.5395 voti

Niente da fare / 30 luglio 2014 in Il capitale umano

Non mi intendo del lato tecnico di un film quindi butterò giù queste righe per analizzare l’effetto emotivo. Se alla fine del film vi sale su una specie di sdegno nei confronti delle figure appena descritte dal film non rinnegatela, trasformatela in impegno civile perchè quel sentimento durerà poco. Prevale invece una sorta di rassegnazione all’idea che ognuno è ciò che è. O meglio ciò che gli viene detto nel corso del film: un buffone, una dilettante, una testa di ca**o ecc… Se è vero quello che La Bruni Tedeschi dice (ripresa nel trailer) “Avete scommesso sulla rovina dei nostri figli e avete vinto” è anche vero quel che gli risponde il marito “Abbiamo!”. Non ci sono innocenti, ci sono solo deboli e forti, ricchi e poveri. Virzì sembra voler fare un film di denuncia ma secondo me ottiene lo stesso risultato di tutti quelli che per anni hanno sputato nel piatto del capitalismo non per cambiare il brodo ma per allungarlo. Se davvero costoro vivessero fuori dalla società esistente non saprebbero cosa fare esattamente come cantano i Ministri in “Noi fuori”. La canzone non c’é film ma mi piaceva pubblicizzarla perchè secondo me pertinente. C’è invece una canzone di Amy Winehouse, una scelta iconica e azzecccata.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext