Recensione su Ikingut

/ 20000.00 voti

I bambini non hanno pregiudizi / 14 Aprile 2012 in Ikingut

Genere:Avventura | Ratings:Kids | Anno:2000 | Durata:90 minuti
Regia di Gísli Snær Erlingsson

Nell’Islanda di un imprecisato periodo storico, “tempo storico che si confonde nelle nebbie del mito” (F. Rufo 2007), e più precisamente in un piccolo villaggio di pescatori, vivono l’undicenne Boas e la sua famiglia. Durante una valanga, il ragazzino viene seppellito dalla neve e tempestivamente salvato da una “strana creatura”, un suo coetaneo esquimese, che gli abitanti del villaggio, carichi di ignoranza e superstizione, credono essere un demone. La prima parola pronunciata dal piccolo esquimese è “ikingut” che significa “amico” e che verrà scambiata erroneamente da Boas per il nome del bambino. Ikingut accolto dalla famiglia di Boas, rischierà più volte la vita a causa dell’ignoranza della popolazione che lo crede uno spirito maligno responsabile del duro inverno e della carenza di cibo.

Film sulla profonda amicizia fra due bambini di culture differenti, priva di qualsiasi pregiudizio razziale da parte loro. Presentato nel 2001 al Giffoni Film Festival sezione primi schermi (9-12 anni).

Vidi questo film quando avevo circa 14 anni e ne ho un ricordo discreto, lo giudico personalmente un buon film per bambini della fascia di età indicata precedentemente.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext