10 Recensioni su

I ragazzi stanno bene

/ 20106.4296 voti

Solo sei / 6 Settembre 2016 in I ragazzi stanno bene

Non è stato terribile, però mi aspettavo qualcosa di diverso. Mi ero sempre fatta una idea di un film che andava diversamente.

Soprassediamo. / 9 Agosto 2014 in I ragazzi stanno bene

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Coppia lesbica a parte, tra questo film e milioni di miliardi di altri che affrontano il tema della famiglia e degli scossoni “lungo la strada”, non c’è alcuna differenza. Il che può essere un bene, dato che descrive come “normale” una situazione potenzialmente anomala .
Però, l’uso di convenzioni e di stereotipi ad hoc usati qui per “addolcire la pillola”, per umanizzare, quasi, la pellicola, alla lunga sono davvero irritanti, perché, nel tentativo di “normalizzare” la situazione descritta (come se, per natura, essa non fosse plausibile!), questa viene edulcorata fino allo sfinimento.
Il personaggio della Bening, poi, è quanto di più irritante io odi ritrovare sullo schermo: i personaggi con quel tipo di presenza di spirito, quella platealità, sono tra quelli a me più invisi. Ho di gran lunga preferito la “difettosa” Jules della Moore, ben interpretata, tra l’altro.
Discreta e capace anche l’allora particolarmente giovane Wasikowska.
M. Ruffalo che, alla fine, le prende sonoramente a destra e a manca, è adeguatamente piacione, ma il suo personaggio, a conti fatti, è quello più deprecabile, finto come una moneta da tre euro.
Bella colonna sonora.
Per il resto, soprassedibile.

Leggi tutto

Sagra delle banalità… :( / 14 Marzo 2013 in I ragazzi stanno bene

Due donne omosessuali che hanno due figli dallo stesso donatore.
E indovina? I figli ormai grandicelli vogliono conoscere i loro “padre”…
Mi sono annoiato solo a scrivere le due righe qui sopra…
Palloso e inutile… Tutto scontato. E dico veramente tutto…
Unica nota positiva: non conoscevo Joni Mitchell e ora conosco il brano Blue.
Bello… non il film ma la canzone.
Il film? Bocciato.
Ad maiora!

Leggi tutto

13 Gennaio 2013 in I ragazzi stanno bene

Divertente e non scontata commedia su una famiglia ‘moderna’ e le dinamiche dentro di essa. 100% Americano.

23 Dicembre 2012 in I ragazzi stanno bene

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Qui di nuovo c’è la donna tradita e la normalità che riassorbe tutto, con la lieve differenza che la coppia è formata da due lesbiche sposate con figli avuti dalla provetta. Ma non fraintendiamo, il fatto che qui ci sia una duplice mamma qui è preso alla normalissima, che sian lesbiche sposate e serene è presupposto da cui si parte per dipanare una storia che potrebbe benissimo stare in piedi anche con una coppia etero.
I due figli vanno alla ricerca del donatore di sperma. Lo trovano, è un ristoratore scapestrato e simpatico che piace subito a tutti, tranne alla mamma che della coppia è un po’ il maschio. Piace talmente che prima da un lavoro nel suo giardino a Julianne Moore, e poi se la scopa. Capirete che questo provoca qualche problema. L’armonia, che era aumentata d’intensità fino a quel momento, esplode in mille pezzi, e ogni pezzo litiga con tutti gli altri. La figlia è quella di Alice in wonderland, è superbrava e si ribella alla mamma-papà. Alla fine indovina che succede?
Che tutto torna al suo posto, accidenti, ma è una maledizione. Si sbaglia, ci si capisce, si perdona.
Ci si perdona?
Ma davvero???
Ci si accarezza la mano dell’altra sulla manopola del cambio.
Non è che stenti a crederlo eh. Ma me ne stupisco ogni nuovo giorno.
Ora, nonostante questa idiosincrasia mia personale, il film merita assai, è tutto d’attori e girato con ben poco. Sono vite addormentate che provano a risvegliarsi. E ok, temo funzioni davvero così. Magari lo si fa per potersi riaddormentare meglio nella routine dopo.
E, non scordiamo di dire, c’è la nera più gnocca che io abbia mai visto, di solito non mi piacciono le ragazze nere ma questa vince il (ambitissimo) mio titolo di FIGA TOTALE SPAZIALE!
Si chiama Yaya Dacosta, e la voglio impacchettata e spedita come posta celere. Vi do l’indirizzo?
E poverina, il papà biologico smette di scoparsela per quella (fu figa) ormai nongiovane di Julianne. Onore a Julianne eh. Ma Yaya 🙁

Leggi tutto

14 Agosto 2012 in I ragazzi stanno bene

L’idea mi è piaciuta parecchio, gli interpreti anche, il doppiaggio meno perché sono stanca di senitre sempre gli stessi doppiatori, soprattutto per i ragazzi giovani!!! Però alla fine mi è sembrata una storia un po’ banale, non troppo approfondita, come un minestrone ricco di verdure ma piuttosto insipido…Diciamo che è un bel film ma che mi aspettavo di più e forse poteva dare un po’ di più!

Leggi tutto

1 Febbraio 2012 in I ragazzi stanno bene

Film carino, anche se sinceramente mi aspettavo di meglio, è fin troppo banale e scontato.

7 Luglio 2011 in I ragazzi stanno bene

Se, anzichè Annette Bening, lo sceneggiatore avesse messo un attore e Mark Ruffalo fosse stato, che ne so, il buon vicino di casa, anzichè il donatore di sperma, il film non si sarebbe differenziato poi tanto da altre commedie del genere. Una trama abbastanza usuale con risvolti in molti casi prevedibili o, perlomeno, canonici.
Ed è questo che lo rende un buon film, perchè riesce non vuole sorprendere, meravigliare o esasperare le situazioni soltanto per cercare attenzione da parte di determinate categorie. Si limita a riprodurre una situazione che, nel suo essere diversa dalla famiglia formalmente intesa, è uguale in tutto e per tutto ad una situazione famigliare.

Leggi tutto

Ordinaria diversità / 28 Marzo 2011 in I ragazzi stanno bene

Non aspettatevi la versione femminile di Brokeback Mountain. Anche se per essere una commedia ha il suo lato amaro. Non è scontata perchè lascia punti irrisolti, anche se tende a traferire il mito dell’happy-family made in USA al mondo lesbo. Insomma, non c’è nulla di trasgressivo e forse è questo il motivo per cui ho apprezzato il film. L’omosessualità è vista come ordinaria natura: una famiglia convenzionale, con tutti i difetti e i pregi dei matrimoni di lunga data.
Ovvio, era abbastanza prevedibile l’intreccio, specialmente il ruolo che il donatore assume nel distruggere l’iniziale equilibrio della famiglia. Tutto sommato, però, non male.

Leggi tutto

Non dovreste lasciarvi , siete troppo vecchie / 28 Marzo 2011 in I ragazzi stanno bene

Il legittimo desiderio di uno dei due figli di una coppia lesbica di conoscere il proprio padre naturale e la successiva irruzione di quest’ultimo a destabilizzare la solidità di una famiglia non tradizionale americana costituiscono , in estrema sintesi, la trama di un film che poteva correre il rischio di scadere nella farsa di genere . Ne è scaturita invece una prevedibile ma garbata commediola dove a colpire è soprattutto la “normalità” della situazione , dove l’omosessualità delle protagoniste resta defilata , in sottofondo rispetto allo “sfilacciamento da usura “ che può capitare in qualsiasi rapporto familiare , etero o no . Un filmetto senza pretese ma godibile che si basa soprattutto sulla sontuosa prova offerta dalle protagoniste Annette Bening e Julianne Moore impegnate in una gara di bravura (senza vincitrice) ma dove tutto il cast si dimostra all’altezza .
Agli estimatori (come il sottoscritto) della grande Joni Mitchell risulterà poi particolarmente gradito l’omaggio che la regista le dedica in una gustosa sequenza .

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.