Recensione su So cosa hai fatto

/ 19975.2131 voti

So cosa hai fatto l’estate scorsa / 29 Agosto 2015 in So cosa hai fatto

Teenager-horror nato sulla scia del successo di Scream di Wes Craven che si rivela ben presto più un thriller che un horror, vista la mancanza assoluta di momenti che possano perlomeno incutere nello spettatore una parvenza di paura.
Il film sembra sin dall’inizio avere atmosfere affascinanti(una scogliera di notte), ma poi la trama diventa assurda, con un proseguo di azioni più che prevedibili, nonostante non manchi una certa curiosità di conoscere l’identità dell’assassino che perseguita le giovani vittime.
Il cast è composto da quella che venne definita negli anni’90 la generazione di fenomeni della futura Hollywood che, come volevasi dimostrare, si sono subito bruciati come dei novelli Icaro(Ryan Philippe, il nuovo Leonardo Di Caprio che dopo il successo di “Cruel Intentions” e dopo questo film è praticamente sparito dagli schermi, Sarah Michelle Gellar che deve la sua fama più che altro alla serie televisiva “Buffy-l’ammazzavampiri” e Jennifer Love Hewitt, divenuta poi famosa per “Ghost Whisperer” )tutti e quattro che rispecchiano perfettamente i cliché del genere(la ragazza tutta casa e chiesa, il figo pieno di soldi, la miss di turno e il tipo misterioso e un po’ ombroso).
La figura del killer con l’impermeabile è già cosa nota(Dario Argento docet), questa volta armato di uncino(forse qualche rimando a Peter Pan?).
Nonostante abbia parecchi difetti, non è poi così malvagio…certo non raggiunge i livelli di “Scream”, certo il pubblico a cui è diretto non supera i diciannove anni, ma tutto sommato si lascia guardare.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext