I due Papi

/ 20196.8135 voti
I due Papi

Al Vaticano, il conservatore Papa Benedetto XVI e il liberale Papa Francesco I devono trovare un terreno comune per lavorare a un nuovo percorso della Chiesa cattolica.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: The Two Popes
Attori principali: Jonathan PryceJonathan PryceAnthony HopkinsAnthony HopkinsSidney ColeSidney ColeJuan MinujínJuan MinujínFederico TorreFederico TorreMatthew T. Reynolds, María Ucedo, Libero De Rienzo, Luis Gnecco, Cristina Banegas, Pope Francis, Pope Benedict XVI, Mostra tutti

Regia: Fernando MeirellesFernando Meirelles
Sceneggiatura/Autore: Anthony McCarten
Colonna sonora: Bryce Dessner
Fotografia: César Charlone
Produttore: Tracey Seaward, Dan Lin, Jonathan Eirich
Produzione: Gran Bretagna
Genere: Drammatico, Commedia, Storia, Biografico
Durata: 125 minuti

Dove vedere in streaming I due Papi

Sarà vero?… / 3 Marzo 2020 in I due Papi

La storia dei due Papi.
Dall’elezione del tedesco alla ascesa dell’attuale Francesco I.
Interessante perché svelano alcuni aspetti che forse non tutti sanno, almeno io no…
Bel film.
Ad maiora!

Interessante! / 13 Febbraio 2020 in I due Papi

Un film a tratti documentarista, che rivede un pezzo di storia comune a tutti, ateo e non, che anche se privo di fondamenta e basato su supposizioni, risulta interessante e curioso.
Netflix ha speso bene i nostri stavolta, a differenza delle mille serie e filmetti da 4 soldi che spesso ci propina.
Non ve lo perdete, mi ha messo così curiosità che sono stato due ore sul web a verificare fatti e versioni della storia di entrambi.
Un 7. Anche per il grande lavoro di computer grafica.

Leggi tutto

Meirelles rischia un tuffo carpiato nell’agiografia / 8 Gennaio 2020 in I due Papi

Divertente incursione di Meirelles dietro le quinte del Vaticano, con un po’ Habemus Papam di Moretti e un pizzico di The Young Pope di Sorrentino.
Ovviamente, praticamente tutto quel che si vede sullo schermo è frutto di pure supposizioni (se non di speranze vere e proprie) e ciò che viene mostrato nel film Netflix I due papi è una versione dei fatti di cui ci è impossibile verificare fonti e documentazione.

Il film di Meirelles rischia sempre di fare un tuffo carpiato nell’agiografia, nel caso di entrambi i pontefici. Scivola pericolosamente con un piede in questa selva mielosa soprattutto nel caso di Papa Francesco I (Jonathan Pryce), ma ho come il sospetto che il suo guilty pleasure sia la “riabilitazione” di Papa Benedetto XVI (Anthony Hopkins), tra i due il papa meno amato dalle folle.

Detto questo, l’eccellente interpretazione dei due attori protagonisti esalta l’aspetto più interessante se pure scontato dell’operazione: mostrare il lato umano e fallace di chi è investito di cariche rappresentative così responsabilizzanti come quelle dei ministri di un culto e, in questo caso, più ampio e altamente simbolico, del pontefice cattolico.

Leggi tutto

Mha… / 8 Gennaio 2020 in I due Papi

Il film narra la storia dell’ipoteca amicizia tra Ratzinger e Bergoglio e su le vicende salienti della vita di quest’ultimo, secondo Fernando Meirelles, che credo si basi su fattualità televisive e di parte più che su uno studio vero e proprio dell’ argomento. Bergoglio viene dipinto come un santo quasi, il buono per eccellenza, e Ratzinger un po’ come un nemico amico che poi rinuncia alla sua carica di Papa solo per dei problemi fisici.
Il tutto mi sembra un po’ banale e non veritiero. Comunque non sono qui per fare inchiesta ma ce ne sarebbero di cose da dire, i fatti che hanno portato al “cambio di Papa” di certo non sono solo quelli mostrati nel film, anzi, tutt’altro.

SIamo i lontani dai tempi di City of God che senza dubbio fotografava una realtà ben più cruda ma “reale”, veritiera, originale e avvincente. Mi sarei aspettato qualcosa di più da Meirelles.

Il film, in alcuni tratti, è girato quasi in stile falso documentario, un plauso alla splendida interpretazione di Jonathan Pryce, che tra l’altro, assomiglia in modo incredibile (grazie anche ai truccatori) a Papa Francesco, potrebbe essere la sua controfigura.
Alcuni piccoli orrori di doppiaggio per quanto riguarda delle comparsate di attori italiani e non.

Non credo ci sia da dire altro.
Consigliato : Ni.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.