8 Recensioni su

I bambini di Cold Rock

/ 20126.2177 voti

10 Marzo 2014 in I bambini di Cold Rock

Fino a metà film si assiste a un mediocre thriller soprannaturale con qualche scena che fa storcere un pò il naso e venire qualche dubbio (Onestamente il mio giudizio andava verso “La cagata pazzesca”). Però da metà (circa) in poi il film cambia totalmente binario con un bel colpo di scena e la storia decolla, ponendo anche alcuni dubbi morali (ho paura a dire qualcosa di più per non svelare troppo).
Bravissima Jessica Biel che capeggia un cast poco conosciuto; in evidenza la giovane Jodette Ferland.

Leggi tutto

14 Ottobre 2013 in I bambini di Cold Rock

Punto di forza: il continuo ribaltamento di prospettiva. Un “colpo di scena” dopo l’altro che plasma la pellicola facendole assumere una pelle sempre nuova. La narrazione muta all’improvviso, e con essa la sicurezza dello spettatore.

9 Agosto 2013 in I bambini di Cold Rock

Durante il film pensavo a Martyrs, senza aver chiaro perché.
Ora lo so: stesso regista!
Evvediche deve esserci qualcosa nella sua maniera di girare e di raccontare che lo rende riconoscibile…

Ad ogni modo, si tratta di un inaspettato film d’atmosfera che cambia andamento e suggestioni durante il dipanarsi della storia: apprezzabile per i colpi di scena abbastanza inaspettati, ma contestabile, da parte mia, per le lungaggini iniziali e finali.
Nel complesso, non male, davvero non male.

Leggi tutto

Su santi, martiri e folli / 16 Dicembre 2012 in I bambini di Cold Rock

Dopo l’eccessivo (per troppa violenza) Martyrs, Laugier si normalizza, confezionando un ottimo film.
Un thriller (horror?) dove si confondono i ruoli, dove scompare la distinzione tra buoni e cattivi e tutto viene ribaltato, merita senz’altro.

8 Ottobre 2012 in I bambini di Cold Rock

Thriller? Stiamo fuori strada ma le premesse non danno scampo. Paesino dove misteriosamente spariscono bambini forse rapiti uccisi o chiasà cos’altro da un TALL MAN misterioso. Tutto il paese è in cerca di spiegazioni come anche l’infermiera di turno. Ma poi la storia si stravolge e del thriller non rimane nulla ma è un bene per certi versi perché non ti aspetti quello che poi accade.
Però, dalla grande attenzione che ti porta all’inizio fino a poco più di metà film, il film scema e si conclude forse in maniera non poi così convincente ed entusiasmante. Si chiarise poco e rimane tutto un po’ nebuloso. Ne carne e ne pesce si dice…
Forse il target influenza lo spettatore ma rimane un po di delusione.
Forse un 6,5 sarebbe il voto più corretto.

Leggi tutto

28 Settembre 2012 in I bambini di Cold Rock

Niente è come sembra.
Lo consiglio proprio. Un bel film.

Una rivelazione / 26 Settembre 2012 in I bambini di Cold Rock

Lo ammetto. Mi aspettavo il solito film thriller/horror incentrato su un pazzo o una strana creatura, che rapiva i bambini. Felice invece di raccontarvi che “i bambini di Cold Rock” è un gran bel film. Già dai primi minuti si percepisce la qualità stilistica e la sapiente e raffinata scelta della fotografia. La storia viene stravolta ad un certo punto, trascinando lo spettatore in un vortice di insicurezze e rivelazioni schock a cui non aveva minimamente pensato. Gli attori sono strabilianti, dal primo all’ultimo. Jessica Biel non è più una delle figlie del reverendo in seven days. Qui da prova di essere una grande attrice.

Leggi tutto

The Tall Man / 13 Settembre 2012 in I bambini di Cold Rock

Catalogato probabilmente in maniera erronea sotto il genere horror, questo film si rivela essere un thrillerino che, a dispetto di quanto mi aspettassi prima di vederlo, funziona anche abbastanza discretamente. Posto il fatto che veramente, io a metà film ancora non ci avevo capito niente di quello che era successo e che stava accadendo, posto che, a metà film, sono rimasto a bocca aperta, direi che il film ha abbastanza funzionato.

Eppure, dopo tutta la buona premessa della prima parte, la decisione da parte degli autori di risolvere il mistero già a metà film è un’arma a doppio taglio. Un po’ perchè l’interesse cala inevitabilmente, un po’ perchè la seconda parte non riesce a dare in maniera esaustiva le risposte che mancano all’appello.

“The Tall Man” rimane una figura, quasi mitologica, che si staglia sullo sfondo di questa vicenda, registicamente ben girata e con una fotografia, soprattutto nelle sequenze iniziali, davvero molto apprezzabile,

Purtroppo il non totale funzionamento della seconda parte lo rende un po’ una mezza delusione, viste le buonissime premesse che era riuscito a creare nei primi 45/50 minuti.

Voto: 6+

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.