Sono la bella creatura che vive in questa casa

/ 20164.030 voti
Sono la bella creatura che vive in questa casa

La scrittrice Iris Blum è costretta a letto. Il suo agente assume un'infermiera, la giovane Lily, affinché la donna riceva tutte le cure necessarie. La ragazza è facilmente impressionabile e l'atmosfera della casa, dove pare che, più di un secolo prima, si sia verificato un evento delittuoso, non la aiuta a rilassarsi.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: I Am the Pretty Thing That Lives in the House
Attori principali: Ruth WilsonPaula PrentissLucy BoyntonBob BalabanErin BoyesBrad Milne
Regia: Oz Perkins
Sceneggiatura/Autore: Oz Perkins
Fotografia: Julie Kirkwood
Costumi: Jennifer Stroud
Produttore: Alphonse Ghossein, Rob Paris, Robert Menzies, Matt Levin, Ian Bricke
Produzione: Usa
Genere: Thriller, Horror
Durata: 89 minuti

Mah…. / 27 Gennaio 2018 in Sono la bella creatura che vive in questa casa

Mah.
Credevo che avrei visto un bell’horror, una chicca rara, perché il trailer prometteva una originale diversità dal solito genere.
E nonostante essere un buon lavoro a livello tecnico, purtroppo dal lato pratico risulta lento, noioso e di poca suspence.
Netflix è meglio che si concentra solo sulle serie, che di film ciofeche ne ho già visti troppi nel primo mese di abbonamento!
Un 4 ci sta.

Leggi tutto

Un film non per tutti / 20 Gennaio 2018 in Sono la bella creatura che vive in questa casa

Un film molto particolare e non adatto a tutti, elegante, claustrofobico, gotico e parecchio inquietante, un film che si discosta completamente da quelle che sono le produzioni moderne piene di splatter(forse per questo non e’ stato apprezzato, siamo ormai troppo abituati a un certo tipo di horror) e che insinua nello spettatore un senso di oppressione che dura per tutto il film.
È un film sulla caducità della vita, sulle riflessioni nei confronti dell’aldilà, sull’appassimento che ogni essere umano deve affrontare.
I suoi monologhi sulla vita e la morte io li ho trovati poetici, così come ho trovato perfette le musiche.
Un tipo di film che deve piacere.

Leggi tutto

Che bocca grande che hai / 9 Novembre 2016 in Sono la bella creatura che vive in questa casa

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Film pretenzioso, che pare voglia riscattare una trama esile e deboluccia attraverso un buon montaggio, affatto banali movimenti di macchina e una fotografia ricercati, senza peraltro riuscire a risolvere comunque i propri problemi di sostanza.
Il pur interessante intreccio di piani temporali, esistenziali e narrativi non è in grado di rimpolpare un plot estremamente evanescente.

L’unica cosa che mi ha impressionato durante la messinscena di questa storia noiosetta su una “normale” casa infestata è stata la scena della morte dell’infermiera, per via della bocca infinitamente grande e buia di Ruth Wilson (praticamente, una sosia di Michelle Monaghan), infinita, un pozzo senza fondo: guardandola, temevo che le si sarebbe slogata la mandibola.

Doppiaggio italiano da dimenticare.

Leggi tutto

Che noia / 31 Ottobre 2016 in Sono la bella creatura che vive in questa casa

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

E’ un insuto dire che un thriller horror. E’ stato noioso a dei livelli terribili. Di cosa muore l’infermiera di paura? Polly allora esisteva davvero visto che il fantasma esiste? potevano dare delle spiegazioni.

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.