Recensione su Mariti

/ 19707.712 voti

Husbands/Mariti / 8 Aprile 2018 in Mariti

Cassavetes (a destra nella foto) esamina in modo geniale il tema della crisi di mezza età, ancora all’epoca poco risaltato, dipingendo una sorta di Buddy movie e spalancando un portone ad un intero filone. Qui però c’è poco di scanzonato e ogni secondo ci si trova sotto un velo trasparente di malinconia e sotto la consapevolezza di una a gioventù che non tornerà mai, un po’ come gli scherzi ubriachi nascondono verità sacre, come i sorrisi nascondono i pianti più amari, e come la voglia di vivere nasconde la paura di morire. Le avventure di Gus, Archie e Harry, innescate dalla morte di Stuart, con una sceneggiatura incredibile, una spontaneità degna di tre migliori amici e una regia intelligente (ottimo uso della macchina da presa, immobile, dedicata interamente sui loro visi ed emozioni) sono una visione libera e coraggiosa dentro la psiche umana, in cui la grandezza è che alla fine si è più stanchi ma non più saggi. 289* nella TSPDT top 2000 film di sempre.

Lascia un commento