Recensione su Dragon Trainer 2

/ 20147.6346 voti

Dragon Trainer 2, quando un sequel spicca il volo / 20 Agosto 2014 in Dragon Trainer 2

Era un compito difficile sulla carta, ma alla fine è stato egregiamente portato a termine. Dean De Blois non delude le aspettative per questo secondo capitolo, riuscendo non solo a eguagliare la cura e la bellezza del primo film, ma forse anche a superarle.
Dragon Trainer 2 è infatti un sequel più che degno del suo predecessore, con una grafica notevole, con una storia sempre legata ai temi della formazione e dell’amicizia (qui ancora più chiamati in causa rispetto al primo film), ma che questa volta vanta un registro che alterna toni spensierati, ricchi di vivacità e colori ad altri più cupi e visibilmente più drammatici. In alcuni frangenti, il film strizza più volte l’occhio al racconto epico (immagino che qui i complimenti vadano ai romanzi di Clessida Cowell, fonte con cui la Dreamworks ci ha decisamente visto giusto).
Tra i fattori nuovi, la presenza di un villain definito contribuisce positivamente allo sviluppo della storia. Gli altri personaggi sono ben introdotti al pubblico (così come i nuovi draghi).
Tra i fattori “vecchi” invece va citato sicuramente il solito John Powell, già candidato all’oscar per la colonna sonora del primo film e che anche qui impreziosisce l’opera con delle musiche eccelse.
Se avete apprezzato la storia di quest’improbabile amicizia tra un giovane vichingo ed il suo drago, questo Dragon Trainer 2 riuscirà senz’altro a scaldarvi nuovamente il cuore.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext