Recensione su Dragon Trainer 2

/ 20147.6346 voti

29 Agosto 2014

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Stessi personaggi cinque anni più tardi, Hiccup se la gira con Toothless dragondragoni a esplorare il mondo prima che arrivassi tu (queste cit sono ai porci perle u_u), il padre è cocciuto e stupido come prima (a che è servito il primo film?) e lo vuole far capovillaggio e capoeira; ma il nemico è alle porte, e si scopre un cattivo nero e grosso che asservisce i draghi con la forza; ma anche la Hiccup’s mum, un incrocio tra quell’estetica sugli octopus e i tentacoli che gira in certi tumblr e un Robinson Crusoe che si è persa in una specie di regno di Avatar però per draghi. Il campionario dei draghi fornisce sempre valore aggiunto e plastico materiale per circa quasi infinite combinazioni e rielaborazioni e citazioni e gag. C’è un drago alfa badass che usa tecniche da futuramico ipnorospo, quando tutto è perduto si compie un superamente a destra rispetto al precedente episodio (lui che perde una gamba), perché mai si vince senza perdere qualcosa, tramite il sacrificio del padre, stupido ma grandanimo, per salvare Hiccup. D’ora in poi è tutta discesa, e vorticosa battaglia, la lealtà draghina, l’amicizia, uniti si vince, Berk still is cool!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext