Recensione su Houdini - L'ultimo mago

/ 20075.675 voti

Scarso a 360° … / 14 Gennaio 2014 in Houdini - L'ultimo mago

La sola cosa del film che salverei è il titolo, che sicuramente ha portato tanti come me, che avevano visto il vecchio Houdini con Tony Curtis, ad approcciarsi a questa pellicola.
Una trama veramente banale, costruita con poca fantasia, e nessuno dei protagonisti che si erga nella recitazione per lo meno a valicare la sufficienza. La Zeta Jones è una donna affascinante, ma purtroppo non da nessun carattere al suo personaggio, recita se stessa, non è colpa sua, credo siano limiti fisiologici del suo talento.
Il ruolo del grande mago è affidato a Guy Pearce che ci trasmette un Houdini molto intimista, quasi mago per caso, in conflitto con se stesso, una figura che ci spiazza in questi termini. In ogni caso un personaggio molto insipido, senza carisma, totalmente alla mercè degli eventi. Se si guarda il film in poltrona le pulsazioni non superano mai le 62 per minuto, e nonostante il film sia abbastanza breve, si arriva ai titoli di coda con un senso di liberazione intenso… Vorrei trovare aggettivi o scorci che possano valere la visione del film, ma faccio fatica, anche i baci tra i protagonisti sono ridicoli e la Jones non ci da altri spunti da sottolineare… Buon sonnellino…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext