?>Recensione | Una tomba per le lucciole | E poi c’è chi...

Recensione su Una tomba per le lucciole

/ 19888.3245 voti

E poi c’è chi ha il coraggio di dire che i film d’animazione sono “roba da bambini” / 17 maggio 2014 in Una tomba per le lucciole

Forte e doloroso come un pugno nello stomaco, ma allo stesso tempo dolce e poetico. Ammetto che non avevo mai visto prima d’ora questo film e forse avrei fatto bene a non vederlo mai, per il semplice fatto che mi è sceso un numero impressionante di lacrime dagli occhi ( e io sono il tipo che piange quasi mai).

E’ una delle poche opere animate a descrivere con un crudo realismo (oserei dire anche “di impronta neorealista”) gli orrori bellici di un giappone sommerso dalle macerie delle città bombardate e dai cadaveri in putrefazione. In questo contesto si inserisce la storia di un fratello e di una sorella che fanno di tutto per sopravvivere in mezzo a questo inferno, aggrappandosi alle piccole e semplici cose che possono regalare un pò di serenità nonostante lo spettro della morte li insegua da ogni parte.

Se volete guardarlo, preparatevi una bella scorta di fazzoletti. Vi serviranno.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext