Hostel

/ 20055.2338 voti
Hostel

Josh e Paxton sono due giovani americani che viaggiano per l'Europa. Sul loro cammino incontrano Oli, un ragazzo islandese insieme al quale vanno ad Amsterdam. Qui i tre viaggiatori conoscono un ragazzo che suggerisce loro di andare in Slovacchia, dove potranno incontrare ragazze con cui fare sesso.
schizoidman ha scritto questa trama

Titolo Originale: Hostel
Attori principali: Jay HernandezJay HernandezDerek RichardsonDerek RichardsonmaschioEythor GudjonssonBarbara NedeljákováBarbara NedeljákováJana KadeřábkováJana KadeřábkováJan Vlasák, Ľubomír Bukový, Takashi Miike, Keiko Seiko, Jana Havlickova, Rick Hoffman, Petr Janiš, Jennifer Lim, Eli Roth, Josef Bradna, Mark Taylor, Radomil Uhlíř, Martin Kubačák, Miroslav Táborský, Paula Wild, Vladimír Silhavecký, Barbora Obozněnková, Daniel Frisch, Jan Španbauer, Mirek Navratil, Vanessa Jungova, Katerina Vomelova, Lubos Vinicky, Petr Sedláček, Drahoslav Herzan, Daniela Bakerová, Martina Kralickova, Ota Filip, Jakub Habarta, Philip Waley, Mark Taylor, Nick Roe, Roman Janecka, Natali Tothova, Sandy Style, David Baxa, Gabriel Roth, Miroslav Hanuš, Christopher Allen Nelson, Zina Blahusova, Katerina Cervenkova, Veronika Petrová, Kristina Kosunova, Karel Hrosek, Mugi Lhagvadorj, Ashley Robbins, Hana Dibelkova, Anita Queen, Klara Smetanova, Petra Slavíková, Katrina Henesova, Hana Vitvarová, Mark Bakunas, Anne Bergstedt, Stephanie Bauman, Michaela Kaplanova, Martin Faltýn, Eli Roth, Mostra tutti
Regia: Eli RothEli Roth
Sceneggiatura/Autore: Eli Roth
Colonna sonora: Nathan Barr
Fotografia: Milan Chadima
Costumi: Franco-Giacomo Carbone, Paloma Soledad
Produttore: Quentin Tarantino, Chris Briggs, Mike Fleiss, Scott Spiegel, Eli Roth, Boaz Yakin
Produzione: Usa
Genere: Horror
Durata: 94 minuti

Dove vedere in streaming Hostel

PECCATO / 3 Febbraio 2015 in Hostel

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Film che si presenta come una commedia road-movie in uno sviluppo semplice si infonde di perversione.
Trama lineare ed originale a mio avviso, Hostel è un film horror che ho apprezzato molto seppur non appieno.
Non viene presentato alcun colpo di scena, si viene accompagnati nello svolgimento della trama man mano, privo anche delle classiche musiche ansiogene tipiche di molti film appartenenti allo stesso genere; eppure queste mancanze non sono difetti in quanto il film riesce a trasmettere comunque quelle emozioni che, lungi dall’essere paura ed ansia che conducono alle stereotipate mani davanti agli occhi o un salto dalla poltrona (quel che ormai ci si aspetta erroneamente da un film del genere), riescono benissimo a rientrare nell’horror in quanto tale, in tutte le sue sfumature, non solo la paura.
Ho apprezzato il film per la sua perversione e, come citato, per la sua originalità.
Sono riuscita a lasciarmi affascinare dalla deviazione mentale dei personaggi.
Peccato per alcuni dettagli, ad esempio quando Paxton e Kana cercano di scappare dalla “mostra” si vede un inseguimento che nel giro di due secondi finisce, perchè? mah slovacchi con l’Alzheimer; il poliziotto al blocco stradale che li nota e una volta vista l’auto vuota non provvede il alcun modo a fare NULLA perchè? mah poliziotti slovacchi con l’Alzheimer; il motivo per il quale i ragazzi decidono di andare all’ostello e fidarsi di un drogato di Amsterdam (ho apprezzato la perversione dei personaggi come detto, ma qui credo ci sia una mancata giustificazione(?!) a tutto lo sviluppo del film, i ragazzi vanno all’ostello per fare sesso con ragazze?! Gli avessero detto anche “in questo ostello c’è droga gratis o alcool gratis” avrebbe avuto un minimo di senso in più, ci sarebbe stato un motivo per il quale da Amsterdam questi prendono un treno per la Slovacchia quando ci sono delle ragazze a Barcellona per loro ).
Forse quel che mi spinge a farmelo piacere è la resa del film con non esagerato splatter, o forse proprio il tipo di idea sul quale ruota il film, persone da tutto il mondo pronte a spendere capitali per soddisfare le proprie perversioni, aderendo ad un club mondiale di sadici assassini.
Al fine dei titoli di coda il “Io ho guadagnato parecchio con te, perciò sei tu la mia puttana!” replicato è chiaramente una provocazione per lo spettatore e l’ho apprezzata parecchio, anche perchè sono una sfegatata fan dei titoli di coda adoro quando mi viene lasciato qualcosa lì 🙂
Tarantino che mi produce il film e ci trovo inserito Pulp Fiction, non ho parole u3u
8

Leggi tutto

29 Marzo 2014 in Hostel

inutile schifezza consigliabile solo agli amanti dello splatter

11 Aprile 2013 in Hostel

Questo film non mi piace per niente! Mi piacciono gli horror che trasmettono ansia, suspense, paura….. non quelli che sono splatter e basta, dove c’è solo un’atroce sofferenza delle vittime, con scene disgustose e torture all’ inverosimile, ma ke, di fatto, non fanno paura per niente!

Terrificante / 8 Aprile 2013 in Hostel

Trama malsana ma allo stesso tempo appassionante. La violenza e il livello di sofferenza che questo film è capace di trasmettere arriva a livelli che non avevo mai provato prima.

Ammetto che arrivare in fondo è stato difficile anche se va detto che io soffro molto questo genere di film dove la tortura folle regna sovrana.

Se siete di stomaco forte guardatelo senza timore!

Leggi tutto

22 Settembre 2011 in Hostel

Visto quando era uscito al cinema e Grossa delusione.
Forse il regista pensa che per fare un buon film basta mettere un pò di donne nude nella prima parte e parecchio sangue con particolari macabri nella seconda… Ma manca la cosa + importante: la trama (qualcosa di sensato almeno) ma non solo. Per un film di questo genere la suspense, il mistero e la paura dovrebbero prendere il sopravvento: invece prevale la noia e il disgusto in alcune scene.
Inoltre ci sono un paio di scene non propriamente naturali (che però non discuto per non anticipare troppo).
Insomma se oltre a qualche testa mozzata e qualche tetta qua e là cercate anche qualcosa d’altro non andate a vedere questo film.

Leggi tutto