2000

Alta fedeltà

/ 20007.0237 voti
Alta fedeltà
Alta fedeltà

Da un romanzo di Nick Hornby. Il trentacinquenne Rob gestisce un negozio di vinili in evidenti difficoltà economiche. Rompe con la sua fidanzata e l'avvenimento è un pretesto per fare alcune riflessioni sulla vita e sulla musica.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: High Fidelity
Attori principali: John Cusack, Iben Hjejle, Todd Louiso, Jack Black, Lisa Bonet, Catherine Zeta-Jones, Joan Cusack, Tim Robbins, Chris Rehmann, Ben Carr, Lili Taylor, Joelle Carter, Natasha Gregson Wagner, Shannon Stillo, Drake Bell, Laura Whyte, Sara Gilbert, Rich Talarico, Matthew O'Neill, Brian Powell, Margaret Travolta, Bruce Springsteen, Jill Peterson, Dick Cusack, Susan Yoo, Chris Bauer, K. K. Dodds, Marilyn Dodds Frank, Duke Doyle, Aaron Himelstein
Regia: Stephen Frears
Sceneggiatura/Autore: D.V. DeVincentis, Steve Pink, John Cusack, Scott Rosenberg
Colonna sonora: Howard Shore
Fotografia: Seamus McGarvey
Produttore: Tim Bevan, Rudd Simmons
Produzione: Gran Bretagna, Usa
Genere: Drammatico, Commedia, Musica, Romantico
Durata: 113 minuti

. / 8 Aprile 2016 in Alta fedeltà

Sarò l'unica sul pianeta terra a preferire il film al libro

Simpatico / 5 Dicembre 2013 in Alta fedeltà

Divertente commedia riguardante gli amori passati.
Ben girato e a tratti anche molto divertente, soprattutto quando l'ambientazione è dentro il negozio di Rob (il protagonista). Non eccezionale ma originale quando si mettono a fare la TOP5 delle cose più strane, dagli amori passati alle canzoni più importanti...
Le musiche sono molto ricercate e quindi... continua a leggere » decisamente belle.
Particolare il fatto che poi, mentre vedi il film, ripensi anche tu alle TOP5 della tua vita...
E quante cose ricordi... :) anche negative però... :( anche troppo... ;(
Sarebbe 6,5 ma oggi sono buono...
Ad maiora!

Carino ma… / 10 Giugno 2012 in Alta fedeltà

Dico solo una cosa, fondamentale: meglio il libro. Di solito fatico a dire con decisione se ho preferito la versione cartacea o quella su pellicola e per la prima volta sono sicurissimo che è meglio il libro di Hornby. Sicuramente non mi è piaciuta l'idea di ambientare il film negli Stati Uniti, Londra era perfetta!!!

Musica e sofferenza / 31 Marzo 2011 in Alta fedeltà

Inizia proprio così, con una rivisitazione del paradosso aristotelico dell'uovo e della gallina, adattata al tema del film. Musica e sofferenza. E' nata prima la musica o la sofferenza? Soffro perchè ascolto musica o ascolto musica perchè soffro?
Queste domande riassumono il tema del film di Stephen Frears, tratto dall'omonimo romanzo di Nick Hornby,... continua a leggere » che vede protagonista un ottimo John Cusack, nella parte di un ragazzo appassionatissimo di musica e parecchio sfortunato con le donne. Rob parte dall'ultima delusione d'amore per stendere la top 5 delle delusioni della vita. Il film è piacevole (azzeccatissima la scelta di articolarlo come un racconto rivolto allo spettatore), frizzante e musicalmente molto colto (i commessi del negozio di Rob rappresentano un richiamo musicale iper-variegato).
Rob è un personaggio talmente legato alla musica da aver paura di cambiare, per perdere quello che ha, quella libertà che il suo stile di vita gli concede. Lui ed i suoi amici commessi (uno è un Jack Black in piena forma) tendono a chiudersi in un universo musicalmente raffinato, che ad ogni situazione associa una cinquina musicale. E' un club esclusivo e rassicurante, da cui però ognuno dovrà uscire, in un modo o nell'altro, senza perdere la propria identità.
E' un film delicato e rappresentativo con un bel cast e una colonna sonora più che calzante.