Recensione su Herbie - Il super maggiolino

/ 20055.6136 voti

Lontanissimo dai bei tempi / 6 Agosto 2017 in Herbie - Il super maggiolino

Dopo 3 titoli divertenti e piacevoli, Herbie si era arenato con il brutto episodio in Messico e al cinema non si era più visto, rimanendo, senza lasciare granchè il segno, in TV. La Disney nel 2005 ci riprova, ma il risultato è praticamente lo stesso del 4° noioso film. Protagonista a sto giro Lindsay Lohan (prima che si facesse), proveniente da una famiglia che corre in NASCAR (il padre è Michael Keaton). Si ritrova proprietaria di Herbie e ovviamente iniziano i guai, con lei che va a sfidare e battere il campione della NASCAR (Matt Dillon) culminando poi in una ovvia (quanto impossibile, vabbè che è un film fantasy, ma almeno negli altri Herbie correva in gare praticamente con auto stradali di ogni tipo, ci poteva anche stare quindi la sua presenza) scontro finale. CGI fatta male, Herbie troppo umanizzato, veramente all’eccesso, ficcateci pure una love-story, una prima parte che fa il verso ai primi Fast and Furios e la gara finale che sembra Giorni di Tuono ed ecco a voi il film. Salvato probabilmente giusto dal cast -non la protagonista, ovviamente parlo di Keaton e Dillon, che però servono a poco, così come Meyer e Long, bravini ma niente di che. Bellina la colonna sonora, con diversi pezzi rock classici (Born to be Wild, Workin’ for the Weekend, Jump…), ma è un film da bimbetti. Quelli vecchi, anche se erano più semplici, facevano molto più ridere, e non parliamo poi delle macchine avversarie (se ripenso alla Porsche 917 -kit car,ok- di Monte Carlo, o, sempre nello stesso film, alla bellissima DeTomaso Pantera mi vengono i brividi…)

Lascia un commento

jfb_p_buttontext