?>Recensione | Heat - La sfida | MITI!

Recensione su Heat - La sfida

/ 19957.5230 voti

MITI! / 10 aprile 2014 in Heat - La sfida

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Lungo, a volte anche un pò monotono (sapete le classiche scene di azione, violenza e degrado americane)… eppure è uscito fuori un mito di film.
Perchè? Ecco le scene più memorabili:
-L’inizio (i titoli, la stazione del metrò avvolta dal vapore, De Niro che scende dal vagone)
-L’insuperabile pizzetto di De Niro simbolo della rudezza maschile:)!
-L’assalto al blindato
-Al Pacino (Hanna) che indaga sul luogo dell’assalto
-Tom Sizemore (l’uomo con “un ca**o di pavone tatuato sul braccio grosso così”)
-La Scena nella tavola calda
-La casa sul mare di De Niro e lui che vi ritorna all’alba
-La rapina fallita al deposito gioielli
-L’inseguimento notturno con l’elicottero
-L’incontro ad un tavolo fra Pacino e De Niro (buono e cattivo)
-La rapina alla banca e la sparatoria successiva (la più bella e realistica in tutti i film d’azione)
-Val Kilmer “salvato” dalla moglie
-I ripetuti incontri fra De Niro e John Voight per lo scambio di informazioni e accordi
-La vendetta all’hotel
ecc. ecc.
Ma la scena più bella in assoluto è senza dubbio quella finale.
Questo è uno dei pochi film in cui il finale è stato studiato bene, semplice ma efficace e indimenticabile. Sarà stato per l’interpretazione dei due grandi attori (anche condita da una certa fratellanza e rispetto altrui) ma soprattutto dal luogo, dal tempo (notte) e dalla COLONNA SONORA da urlo di Moby.
L’unico film in cui i titoli finali mi sono piaciuti forse perchè proprio dovuto dalla canzone finale:

Consigliato.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext