Recensione su Hard Candy

/ 20057.0201 voti

. / 22 Ottobre 2015 in Hard Candy

Sinossi bella, ma questo film è un rape&revenge soft mancato e che non fa nemmeno ridere per quanto è ridicolo.

Lui dovrebbe essere un pedofilo, ma da ciò che viene raccontato nel film dovrebbe pagare una pena per concorso in omicidio ed omissione di denuncia.
Lei dovrebbe essere la povera vittima che cade nella trappola, ma si rivela essere una che la fa pagare al “cattivo”.

Vuoi fare un film rape&revenge – senza rape – mi può anche andare benissimo, ma non mettere come protagonista femminile una ragazzina di quattordici anni. Per quanto possa essere più intelligente dei suoi compagni di classe, non sarà mai in grado di ragionare in determinati modi e di comportarsi in altri.
Ora, immaginatevi una ragazzina di quattordici anni, che peserà sì e no quaranta chili. Poi immaginatevi un uomo trentenne, che di chili ne pesa almeno settanta. Spiegatemi come può una ragazzina, DA SOLA, sollevare per tre volte tale uomo svenuto e, rispettivamente: farlo sedere su una sedia, stenderlo su un lettino, metterlo in piedi su una sedia e tenerlo appeso.
E questo è solo uno degli esempi, perché questa quattordicenne di quaranta chili può tutto, contro un uomo fatto e finito. Evidentemente è la figlia di Hulk, ma i registi si sono dimenticati di dirlo.

Scherzi a parte, i film “denuncia” mi piacciono, a meno che non vengano ridicolizzati. Come in questo caso.

ATTENZIONE, SPOILER!!!
Ma poi vogliamo parlare di quando cerca di castrarlo? Che lei pensi che il ghiaccio possa essere un ottimo anestetizzante ci può anche stare, ma lui dovrebbe saperlo che il ghiaccio fa poco o niente. Come dovrebbe sapere che una qualunque operazione provoca molto dolore, se viene fatta senza anestesia. Eppure, mentre lei gli “taglia” le palle, lui non fa una piega… wow!
Inversione di cervelli?

Lascia un commento

jfb_p_buttontext